Vaccinazioni consigliate per viaggio nel Sud-Est asiatico


Con l’epidemia di Coronavirus che a inizio 2020 ha colpito l’Asia, in molti hanno annullato i propri progetti di viaggio non solo verso la Cina, dove ci sono stati i primi focolai, ma anche verso altre destinazioni del Sud-Est asiatico, in non pochi casi rasentando la psicosi anche al di là di ogni ragionevole precauzione. In realtà, è possibile viaggiare con sicurezza, ovviamente nelle zone che il Governo italiano considera non a rischio.

vaccini sud est asiatico

Per prima cosa va ricordato che l’area del cosiddetto Sud-Est dell’Asia comprende i seguenti stati:

  • Brunei

  • Cambogia

  • Indonesia

  • Laos

  • Malaysia

  • Birmania

  • Filippine

  • Singapore

  • Thailandia

  • Timor Est

  • Vietnam

Si tratta di un’area che ospita più di mezzo miliardo di abitanti, e che fino alla fine del ventesimo secolo è stata caratterizzata da un’economia piuttosto arretrata e legata all’agricoltura, anche per numerose vicissitudini politiche e belliche. In seguito, però, il Sud-Est asiatico ha cominciato a crescere a ritmi vertiginosi, tra i più alti al mondo, anche se frenati dalla crisi economica del 2007. Paesi come Singapore sono centri nevralgici per la finanza e gli affari di tutto il continente, mentre destinazioni quali l’Indonesia e la Birmania (Myanmar) sono tra le più ambite dai turisti. Ecco perché sono molte le domande che si fanno riguardo alle vaccinazioni consigliate per un viaggio in queste zone: vediamo di fare chiarezza.

Le vaccinazioni consigliate per il Sud-Est asiatico

Innanzitutto, quando si parla di Sud-Est asiatico si parla di una zona di grande estensione: più vasta del subcontinente indiano, ma ancora più varia in quanto a geografia e climi. Questo significa che ovviamente le indicazioni sulle vaccinazioni da seguire non possano essere le stesse se ci si addentra nella giungla del Borneo o tra i grattacieli di Singapore, se ci si rilassa su una spiaggia di Pukhet o ci si trova nel traffico del centro di Bangkok. In genere, però, le principali malattie da cui ci si può proteggere con un vaccino nell’area sono le seguenti:

  • Epatite A

  • Epatite B

  • Difterite

  • Tifo (febbre tifoide)

  • Poliomelite

  • Tubercolosi

  • Colera

  • Tetano

Altre malattie sono l’encefalite giapponese, ma trovare il vaccino in Italia è piuttosto difficile ed è quindi meglio premunirsi contro le punture di zanzara, soprattutto per quanto riguarda bambini e anziani, e la meningite; il vaccino contro quest’ultima è consigliato soltanto qualora si progetti di vivere a lungo nelle zone a rischio e in quelle rurali, in particolare nella stagione dei monsoni. Infine, nel caso in cui si progetti di visitare aree rurali molto lontane dalle principali zone turistiche, può essere un’ottima idea anche una vaccinazione antirabbica: cani e scimmie con questa malattia sono tutt’altro che infrequenti in tali situazioni.

Quali vaccini sono obbligatori

Nessuna vaccinazione è obbligatoria per un viaggio nel Sud-Est asiatico. L’unica eccezione, come sempre, è quella per la febbre gialla, ma solo se prima sono state visitate delle zone considerate a rischio per questa malattia molto contagiosa, in particolare in Africa e in Sudamerica.

Questo non significa che non ci siano pericoli, ma solo che è lasciata alla decisione personale (ovviamente seguendo con cura i consigli del medico) la decisione sull’opportunità di altri vaccini, anche tenendo conto delle proprie condizioni fisiche, dell’età, delle abitudini e naturalmente delle zone che si visiteranno.

Riguardo a ciò che consiglia il Ministero della Salute, sono consigliate in particolar modo:

  • la vaccinazione antitetanica, con avvio del ciclo per chi non si è mai vaccinato in precedenza e con il richiamo per chi è già stato vaccinato;

  • la vaccinazione antipolio, soprattutto se in età superiore ai 40 anni;

  • la vaccinazione antiepatite A e quella antiepatite B in soggetti con anamnesi negativa;

  • la vaccinazione contro il tifo per i soggetti che non sono mai stati vaccinati o per chi è stato vaccinato da più di tre anni.

Riguardo alla vaccinazione contro il colera ci sono diverse scuole di pensiero, in genere non è raccomandata ma c’è chi preferisce farla per mettersi al sicuro anche da una serie di disturbi gastrointestinali. Anche in questo caso, è importante parlare con il medico.

Come comportarsi con la malaria

La malaria non è tra le malattie con cui ci si può proteggere da un vaccino, e lo stesso discorso vale per dengue e chikungunya. Queste malattie sono molto diffuse nel Sud-Est asiatico, ma bisogna ricordare che la profilassi antimalarica non ha un’efficacia totale, e in più può dare origine anche a problemi di salute piuttosto gravi (in particolare per il fegato) e dare malesseri.

Per questo prima di scegliere se seguire o meno la profilassi antimalarica è bene parlare con il proprio medico di base, anche perché oggi la malaria è una malattia che, se viene individuata in tempo, può essere debellata quasi senza problemi e con farmaci piuttosto economici e di facile reperibilità, a base arteminisinina.

Come prevenire le malattie trasmesse dagli alimenti

Il cibo è sempre un potenziale rischio per chi lo ingerisce senza seguire le adeguate precauzioni, soprattutto se ci si trova in un Paese straniero e, magari, lontani dalle controllatissime sale ristoranti dei migliori hotel. Per questo quando si va in Sud-Est asiatico è consigliabile seguire una serie di semplici regole che diminuiscono non poco l’eventualità di contrarre malattie o venire a contatto con agenti patogeni di vario tipo.

Per prima cosa, non bisogna fidarsi di come “si presenta” il cibo, perché in molti casi non è sufficiente che quello che si mangia sia fresco e non abbia strani odori o sapori per essere considerato sicuro. Queste sono le regole stilate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per prevenire le malattie che possono essere trasmesse dagli alimenti, così come riportate dal sito del Ministero della Salute:

  • scegliere i prodotti che abbiano subito trattamenti idonei ad assicurarne l’innocuità (ad esempio, il latte pastorizzato o trattato ad alte temperature);

  • cuocere bene i cibi in modo che tutte le parti, anche le più interne, raggiungano una temperatura di almeno 70°c;

  • consumare gli alimenti immediatamente dopo la cottura;

  • gli alimenti cotti, se non vengono consumati subito, vanno immediatamente conservati in frigorifero; la permanenza nel frigorifero dev’essere limitata; se il cibo dev’essere conservato per lungo tempo è preferibile surgelarlo;

  • i cibi precedentemente cotti vanno riscaldati rapidamente e ad alta temperatura prima del consumo;

  • evitare ogni contatto fra cibi crudi e cotti;

  • curare particolarmente l’igiene delle mani per la manipolazione degli alimenti;

  • fare in modo che tutte le superfici della cucina, gli utensili e i contenitori siano accuratamente puliti;

  • proteggere gli alimenti dagli insetti, dai roditori e dagli altri animali;

  • utilizzare solo acqua potabile.

Come prevenire il morso degli insetti

L’altra grande precauzione, quando si visitano zone caratterizzate da un clima tropicale o subtropicale, è proteggersi il più possibile dalle zanzare. Una buona parte delle malattie che vengono trasmesse da questi insetti, infatti – come la stessa malaria – non hanno vaccini che garantiscano una protezione completa, quindi il presupposto fondamentale è fare sì che le zanzare non ci pungano.

Bisogna quindi evitare il più possibile di uscire tra il tramonto e l’alba, ovvero nei momenti di massima attività degli insetti, e comunque girare il più possibile con abiti dalle maniche lunghe e dai pantaloni lunghi per assicurare la massima protezione del corpo. È meglio prediligere i colori più chiari, visto che i capi molto colorati e quelli scuri possono attirare attenzioni indesiderate.

Per quanto riguarda i repellenti contro gli insetti, è necessario procurarsi quelli più potenti che si trovano in commercio, in particolare in formato stick per assicurare una maggiore uniformità ed evitare di irrorare accidentalmente cibi e bevande; i migliori sono quelli a base di n-dietil-n-toluamide o di dimetil-ftalato. Chi deve proteggersi particolarmente sono i bambini, gli anziani e chi suda molto.

Quando si è in interni, assicurarsi di tenere il più possibile le finestre chiuse e di usare il condizionatore per raggiungere la giusta temperatura; in mancanza di questo, le finestre devono avere delle zanzariere applicate correttamente e senza buchi. Le zanzariere mobili possono anche essere messe a protezione del letto, imboccando i margini sotto il materasso e impregnando le zanzariere stesse con insetticidi, meglio se a base di permetrina.

Attenzione, quando si applica il prodotto repellente, a tenerlo lontano dagli occhi e dalla bocca, e a intervenire con tempestività qualora si avvertano pruriti o infiammazioni sospette in seguito all’applicazione: in questi casi infatti bisogna mettersi subito in contatto con un medico per valutare la situazione.

L’importanza di un’assicurazione di viaggio

Gli imprevisti, quando si è all’estero per motivi di svago o per lavoro, possono sempre capitare, e non c’è nulla di peggio che trovarsi lontani da casa, magari da solo, ed essere colpiti da una malattia o avere un infortunio. In questi casi è fondamentale avere il supporto di una buona assicurazione di viaggio, in grado di fornire assistenza 7 giorni su 7 e 24 ore su 24, in modo da coprire ogni incidente dal punto di vista delle cure migliori e della copertura economica.

Su SosTariffe.it potete trovare le assicurazioni viaggio migliori e scegliere quella che più fa al caso vostro, liberamente arricchendola con pacchetti in grado di essere di grande aiuto, ad esempio, in caso di:

  • smarrimento del bagaglio

  • perdita dell’aereo o di altri mezzi di trasporto

  • furto del bagaglio o di denaro

  • necessità di rientro in patria

  • e così via.

Assicurazione Auto Online: gli italiani alla ricerca della più economica e crollano i prezzi

Le limitazioni agli spostamenti e l'obbligo di stare a casa per contenere la diffusione del Coronavirus non fanno diminuire l'interesse degli utenti nei confronti del settore assicurativo auto. Come rilevato da SOStariffe.it, infatti, l'uso dei comparatori online per trovare la polizza più conveniente è in costante crescita. Il sito di comparazione, infatti, ha registrato un incremento dei tempi di permanenza sul comparatore (+20%) e del tasso di vendita (+10%). L'elemento più interessante dei dati rilevati da SOStariffe.it è la diminuzione del premio medio per la RCA. 

RC auto più convenienti a marzo 2020

Ecco alcune tra le proposte RC auto più convenienti a marzo 2020. Scoprite le soluzioni offerte da Bene Assicurazioni, ConTe, Genertel e Direct in questo articolo dedicato al tema.

Assicurazioni moto, le migliori offerte a marzo 2020 per gli scooter

Risparmiare sull'assicurazione del proprio scooter è possibile senza per questo rinunciare ad una tutela assicurativa efficace e completa. Scegliendo con attenzione la soluzioni migliore disponibile sul mercato assicurativo, infatti, sarà possibile ridurre drasticamente i costi della copertura assicurativa per il proprio veicolo a due ruote e ottenere, quindi, un risparmio davvero significativo. Ecco, quindi, come individuare sfruttando la comparazione online dei preventivi le migliori offerte di marzo 2020 per la polizza dello scooter tra le tante assicurazioni moto disponibili. 
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »

FAQ