Rimborso spese veterinarie: come funziona


I limiti e le coperture per i costi delle cure veterinarie che le polizze offrono per i vostri animali domestici dipendono da tre fattori: anzianità, razza e somma assicurata. Ecco nel dettaglio le condizioni delle rc animali

Ci sono 32 milioni di animali domestici in Italia. Non solo cani e gatti, che però insieme contano 14 milioni e mezzo di unità. Ci sono anche uccelli (quasi 13 milioni), criceti, conigli e altri roditori (1.8 milioni), pesci e rettili (2.9 milioni).

E curare e accudire questi animali ha dei costi piuttosto importanti. Solo nel 2017 le famiglie italiane si conta che abbiano speso circa 5 miliardi di € per i proprio animali domestici. Una spesa cresciuta quasi del 13 % in soli 3 anni stando alle statistiche del Censis che ha trattato il tema nel suo rapporto “Il valore sociale dei medici veterinari”.

Quanto si spende per la cura degli animali domestici 

Una delle voci più rilevanti sulla spesa annuale che ogni famiglia italiana affronta per il proprio amico a 4 zampe è quella che riguarda il cibo, abbigliamento e cure veterinarie. La media calcolata è di più di 371 €. L’aumento dei costi per mantenere i propri animali, ma anche il moltiplicarsi di casi di cronaca che hanno visto coinvolti soprattutto alcune razze di cani ha visto crescere il numero di Assicurazioni che hanno studiato delle Rc animali. Le polizze stipulate si aggirano intorno al milione e 800 mila e sono per lo più destinate a cani e gatti.

Per poter conoscere quale sia il premio per assicurare il vostro animale domestico potete utilizzare il comparatore di SosTariffe.it. Come per i preventivi delle singole compagnie dovrete indicare il tipo di cane o gatto che possedete, il comune di residenza e l’età dell’animale. È rilevante anche il sesso del cane o del gatto. Lo strumento di confronto vi permette di effettuare questa operazione una sola volta e vi restituisce poi le quotazioni delle diverse compagnie.

Quali animali si possono assicurare

Ci sono delle condizioni comuni a quasi tutti i contratti analizzati e altre che sono specifiche di singole compagnie. Ecco quali sono i termini che accomunano le assicurazioni animali dei maggiori gruppi assicurativi attivi in Italia.

Prima di tutto è bene sapere che la tutela dei propri animali domestici è obbligatoria. Nel Codice penale l’articolo 672 infatti si parla di Omessa custodia e mal governo di animali. Per chi non rispetta quanto stabilito in materia, ad esempio non custodendo con le dovute accortezze un animale pericoloso, può incorrere in una sanzione amministrativa fino a 258 €.

Il Ministero della Salute ha inoltre un’ordinanza del Ministero della Salute ha ribadito come sono vietati “l'addestramento di cani che ne esalti l'aggressività, qualsiasi operazione di selezione o di incrocio di cani con lo scopo di svilupparne l'aggressività, la sottoposizione di cani a doping […], gli interventi chirurgici destinati a modificare la morfologia di un cane o non finalizzati a scopi curativi come la recisione delle corde vocali, il taglio delle orecchie o della coda”.

Era anche stata stilata nel 2006 una lista delle razze canine pericolose, ma questo concetto è stato poi superato ed è anche decaduto l’imposizione della stipula di assicurazioni ad hoc per queste tipologie di animali (rientravano in questa categoria bulldog, dogo argentino, fila brazileiro, il cane da pastore dell’Anatolia et alt.).

Nelle polizze delle compagnie assicurative la differenza tra queste razze, ritenute più aggressive di altre, ha una rilevanza in termini di calcolo della polizza. D’altra parte, una polizza animali ha come obiettivo principale quello di tutelarsi in caso il proprio animale domestico commetta un danno che coinvolga terzi. Ci sono tre componenti che possono comporre questa tipologia di polizza: responsabilità civile, tutela legale e spese veterinarie.

In questa guida ci concentreremo in particolare su questo ultimo aspetto per capire quali siano i massimali di spesa e le condizioni dei rimborsi veterinari delle polizze Rc animali più diffuse.

I pet non coperti dalle polizze

Innanzitutto, ci sono dei limiti rispetto agli animali per cui possa essere sottoscritto un contratto assicurativo. Gli animali da competizione o che svolgono attività retribuite non possono essere assicurati con le polizze base. Sono esclusi da questa limitazione i cani guida e quelli per l’accompagnamento di disabili o altri invalidi.

Ci sono delle differenze importanti, anche in termini di premi annuali, in base alla razza del proprio animale domestico che si voglia assicurare. È bene comunque contattare l’assicuratore a cui ci si voglia rivolgere o leggere con attenzione i Prospetti informativi della polizza perché ci possono essere dei limiti anche rispetto all’età degli animali che possono essere assicurati. Nel caso di Unipol Sai non sono coperti da polizza cani e gatti fino ai 3 mesi o con più di 10 anni, con il pacchetto di assicurazione e Tutela legale per i rimborsi veterinari il limite di età sale fino a 11 anni.

I premi sono più alti per gli animali pericolosi

Nella soluzione Axa Protezione casa inoltre nella sezione Confido è fatto esplicito riferimento ad un sovrapremio rispetto alle tradizionali tariffe applicate per chi assicuri un cane “a rischio elevato di aggressività”.

Sono anche citate delle razze precise che si ritiene più pericolose, in questo caso Axa le individue in American Bulldog, Bull Mastiff, Dobermann, Doghi, Mastino napoletano, Perro, Pitbull, Rottweiler, e in alcuni Bull Terrier. Per tutti questi cani sarà previsto uno scoperto del 20% con un minimo di 2.000€ e massimo di 5.000 € in caso di incidenti che implichino danni a persone e cose di terzi o ad altri animali.

La black box anche per cani e gatti

Unipol Sai invece per la sua polizza Cane&Gatto Plus prevede che l’animale assicurato venga microchippato oppure lo si può tatuare per identificarlo. Nella versione base questa clausola però non è prevista.

Ma in generale tra gli altri obblighi posti dalle assicurazioni affinché il pet sia riconosciuto come assicurabile ci sono:

  • l’iscrizione all’Anagrafe animale

  • la registrazione con Libretto sanitario

  • la verifica che l’animale sia vaccinato e che gli vengano poi fatti i dovuti richiami

Unipol ha anche previsto una serie di specifici vaccini a cui l’animale assicurato deve essere sottoposto, per esempio l’epatite e il cimurro. Con UnipolSai inoltre il premio per le spese sanitarie del proprio animale incrementa con l’età dell’animale assicurato, tra 2 e 10 anni è applicato il +5% rispetto al premio base mentre fino a 2 anni è pari a 0.

La compagnia nel suo pacchetto veterinario include un servizio telefonico che informi gli assicurati su:

  • Cliniche e ambulatori veterinari

  • Centri veterinari appropriati ed attrezzati per la cura di specifiche patologie

  • Farmacie con prodotti ah hoc

  • Dove si trovano i negozi con articoli/alimentari per cani e gatti

  • Indirizzo delle pensioni per cani e gatti

  • Scuole addestramento cani

E la lista continua. Nel caso di ricovero improvviso dell’assicurato, e in questo caso si fa riferimento al proprietario dell’animale domestico, Unipol si fa carico delle spese per la custodia del vostro pet. Questo solo se si tratta di un ricovero in seguito ad una malattia improvvisa o ad un incidente. Se invece il ricovero è programmato e se si decide di affidare il proprio animale ad una pensione per cani e gatti la compagnia assicurativa coprirà le spese fino a 100€.

Per ottenere la copertura delle spese veterinarie con questo assicuratore è necessario sottoscrivere la formula Assistenza, danni a terzi e Tutela legale. Con questa soluzione si sarà coperti per le spese relative alla cura di cani e gatti. Nelle spese incluse in questa sezione ci sono:

  • onorari per il veterinario e gli assistenti in caso di intervento

  • apparecchi e protesi applicati

  • spese di degenza

  • assistenza veterinaria

  • cure e trattamenti fisioterapici e rieducativi (anche nel mese che segue)

  • medicinali ed esami per l’intervento (anche nei 30 giorni precedenti o successivi)

Spese veterinarie non coperte dalle assicurazioni animali

Ci sono delle limitazioni comuni a tutte le compagnie in tema di spese veterinarie che non rientrano nei piani assicurativi. È il caso delle malattie preesistenti al momento della stipula del contratto, non vengono assicurati neanche i difetti congeniti o genetici.

Anche gli interventi per ernie o le gravidanze non vengono comprese nelle coperture, così come la sterilizzazione o la fecondazione artificiale o le malattie mentali dell’animale. Neanche gli interventi per incidenti occorsi se si è portato il cane a caccia possono essere rimborsati dalle polizze. In questo non ci sono differenze tra Axa, Allianz, Europe Assistance Poste e Unipol Sai.

I massimali dei rimborsi per le cure veterinarie

L’intervento del vostro cane/gatto potrebbe risultare piuttosto costoso. Per avere un’idea ecco alcune delle voci di spesa del tariffario veterinario dell’Ospedale universitario di Padova. Per un’anestesia locale si paga 20 €, mentre un’epidurale continua arriva a 100€. La terapia intensiva per un gatto, se pesa meno di 10 kg, costa 100€ e per un cane superiore ai 10 Kg si devono pagare 150 € al giorno. Più moderati i prezzi di medicazioni e visite di controllo che vanno dai 15 € ai 35 €, ma la limatura dei denti costa anche 100€.

I massimali e quindi i tetti dei rimborsi sono calcolati sulla somma assicurata. Unica eccezione è Poste che nel suo prospetto specifica che con il pacchetto Base Rc animali e Tutela Legale il massimale per un intervento chirurgico per un infortunio o per malattia dell’animale è di 1.500€ che salgono a 2.000€ con la soluzione Posteamici 4 zampe Top.

Europe Assistance, come Poste, ha due soluzioni specifiche per l’assistenza veterinaria degli animali domestici. Nelle sue polizze include la consulenza veterinaria sia per infortunio che per malattia, anche all’estero, il consulto con un nutrizionista se il tipo di malattia lo prevede, la richiesta di un secondo parare (la formula è Second Opinion e va richiesta in modo esplicito al momento della sottoscrizione). Nel caso in cui foste ricoverati potrete anche chiedere all’Assistenza di Europe di inviare un pet sitter a badare al vostro cane/gatto. E ancora se ci fosse un incidente causato dal vostro animale si ha a disposizione la consulenza di un legale. Tutto questo è compreso nella versione Silver che ha un massimale di copertura di 1.000 € per interventi e malattie.

L’altra soluzione è la Gold, il massimale sale a 2.000 €, e oltre ai servizi già illustrati sono previsti anche l’Assistenza in caso di smarrimento del proprio animale domestico e il recupero se viene individuato in un raggiro di 20 K dalla vostra residenza (questa opzione consiste nel rimborso di un viaggio in taxi o in treno).

Europe Assistance fissa anche il tetto massimo dei rimborsi in caso si renda necessario un intervento o delle cure veterinarie mentre l’assicurato ò in viaggio. C’è sempre una differenza tra le due polizze, con Silver il massimale sarà di 300€ mentre con Gold fino a 500€.

Unipolsai invece opera con delle franchigie del 10% per ogni intervento/sinistro, qualora si porti il proprio animale in una struttura convenzionata, rimborsa fino a 35 € al giorno (per 5 giorni massimo) in caso di degenza. Il massimale non è indicato dal prospetto che per l’indennizzo massimo rimanda alla singola polizza sottoscritta dall’utente con la compagnia.

L’unica spesa per cui tutte le compagnie offrono la stessa copertura è quella funeraria che ha un tetto di 75€ se l’animale muore a causa dell’intervento chirurgico veterinario.

Documenti da presentare per i rimborsi

In generale per ottenere i rimborsi è necessario presentare al proprio assicuratore le copie originali delle fatture, delle ricevute fiscali quietanzate e anche la copia originale della relazione veterinaria sia in caso di intervento che per eventuali sinistri. Per il pagamento, una volta che l’assicurazione avrà verificato la veridicità dei dati e dei certificati allegati dovrebbero trascorre una quindicina di giorni.

La documentazione può essere diversa in caso si chieda il rimborso per un ricovero. Ad esempio oltre alle copie dei pagamenti e dei certificati sarà necessario farsi rilasciare anche una copia del foglio di dimissione. Se invece si richiede il rimborso per un ricovero improvviso del proprietario dell’animale si dovrà produrre: una copia del proprio foglio di dimissioni dalla struttura in cui si è stati, oltre ad una copia di tutte le ricevute e le distinte dei pagamenti relativi al ricovero o alla pensione in cui si è sistemato il proprio pet o nel caso le ricevute del dog o cat sitter che ha badato per voi all’animale domestico mentre eravate ricoverati.

Per informazioni più precise è comunque meglio richiedere dei preventivi per il vostro animale nello specifico. Infatti possono esserci delle leggere differenze rispetto alla razza o all’età che possono però rappresentare per voi una chiave di volta per la decisione su quale sia la migliore assicurazione animali.


Assicurazione eventi atmosferici: le migliori offerte di Agosto 2020 per l'auto

Per proteggere la propria auto dai danni causati da eventi atmosferici di carattere eccezionale, che possono provocare danni economici considerevoli (sino alla completa distruzione del mezzo assicurato), è necessario attivare un'apposita garanzia accessoria, denominata assicurazione eventi atmosferici o naturali, che va abbinata alla copertura RC Auto, l'unica obbligatoria per poter circolare e sostare su strade pubbliche. Ecco quali sono le migliori offerte di agosto 2020 per l'assicurazione eventi atmosferici per la propria auto.

Strutture che accettano il bonus vacanze ad agosto 2020

Una guida completa al nuovo bonus vacanze istituito con l'ultimo Decreto dal Governo Conte. Ecco come funzionerà la domanda per avere il voucher da 500 euro per prenotare le ferie negli alberghi e nelle strutture turistiche italiane e come scaricare l'app IO.Italia

Europ Assistance Viaggi Nostop Vacanza: come viaggiare in tutta serenità

Dopo il lockdown, la stagione estiva è iniziativa e sono tanti gli italiani che si preparano ad andare in vacanza. Mettersi in viaggio in questo periodo necessita, però, della massima attenzione e, soprattutto, della presenza di una polizza viaggio che sia completa ed in grado di garantire tutto il supporto di cui si può aver bisogno, in particolare per quanto riguarda l'assistenza medica. Per viaggiare in tutta serenità arriva la nuova proposta Viaggi Nostop Vacanza di Europ Assistance. Ecco tutto quello che c'è da sapere su quest'interessante soluzione assicurativa per i viaggiatori.
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »