Noleggio Auto a lungo termine: costi, pregi e difetti


Una guida per conoscere le condizioni più convenienti offerte da questa formula di alternativa all’acquisto di una vettura. Ecco quali sono i vantaggi e i contro dello scegliere di noleggiare un’auto a lungo termine e quanto può costare questa soluzione di trasporto

4k-wallpaper-alloy-rim-automobile-1236809

I privati possono decidere di non voler acquistare un’auto per diversi motivi. Ci sono i costi troppo elevati per comprare il veicolo o magari la seccatura di dover adempiere alle mille incombenze collegate ad una vettura di proprietà: pagamento delle tasse automobilistiche, rinnovo del bollo e della polizza auto ogni anno, ecc.

Una delle alternative più gettonate, soprattutto da società e liberi professionisti, è il ricorso al noleggio auto a lungo termine. Per durata a lungo termine si intendono dei noleggi che vadano da 18 mesi a 60 mesi. Questa pratica permette di pagare una sorta di abbonamento all inclusive. Le società che offrono questo servizio propongono un canone in cui si include una quota variabile a seconda del veicolo selezionato, una somma viene calcolata in base alla media di chilometri, ci sono poi le tasse e infine l’assicurazione.

A breve vedremo quali sono le coperture che si possono includere, l’rc auto essendo obbligatoria per poter circolare è l’unico costo compreso da qualunque formula di contratto si scelga. Questa polizza infatti deve essere sottoscritta da chiunque e serve per poter assicurare da danni i terzi coinvolti in un sinistro.

Le spese comprese nel canone del noleggio a lungo termine

Uno dei principali vantaggi per l’automobilista, come accennato, è proprio la quota tutto compreso dei noleggi a lungo termine. Il canone è frutto di un calcolo complessivo di tutte le spese da sostenere dal cittadino, senza che questi debba fisicamente recarsi ad espletare le pratiche burocratiche anno dopo anno.

Nella spesa mensile sostenuta vengono inclusi anche i costi di manutenzione ordinaria e straordinaria della vettura. I controlli possono essere programmati e vanno eseguiti nelle officine convenzionate. Per esempio, ci riferiamo al cambio gomme stagionale o al controllo dell’olio. Altro pro da non sottovalutare sono l’assistenza in caso di guasti e il soccorso stradale, nei contratti di questo tipo questi servizi sono sempre compresi.

I noleggi convengono ai privati o solo a professionisti e società?

I noleggi auto a lungo termine sono convenienti per quei soggetti che utilizzano molto l’auto, magari per questioni di lavoro. Per chi possiede la partita IVA o per le società che ricorrono a questa formula di affitto delle vetture c’è anche da considerare il vantaggio economico di queste soluzioni. Infatti per queste categorie di soggetti sono previste delle deduzioni, per i liberi professionisti si tratta di detrazioni del 20% per il noleggio auto. Per le società la percentuale di costo scaricabile arriva anche al 70%.

I privati dovranno invece valutare attentamente se il canone mensile sia più o meno conveniente rispetto ad un finanziamento per l’acquisto. Secondo numerosi esperti, l’affitto a lungo termine è una formula vantaggiosa quando il veicolo viene utilizzato tutti i giorni e per percorrere molti chilometri.

Le migliori tariffe proposte, anche grazie all’aumento di concorrenti con l’arrivo delle compagnie online, partono da 100 euro al mese per i noleggi di lunga durata. Come per ogni contratto, la raccomandazione è di non valutare le offerte solo per il prezzo proposto. Si devono leggere con attenzione le condizioni poste prima di firmare, anche perché dei costi molto contenuti possono essere indice di formule di noleggio che escludono servizi per voi importanti.

In particolare è importante valutare con attenzione quale protezione auto si vuole includere nel proprio contratto a noleggio. L’assicurazione del veicolo è una delle maggiori spese per qualunque automobilista e anche nel caso dell’affitto dei veicoli questo elemento influenza il prezzo del canone. Per risparmiare poche decine di euro però si rischia poi di dover spendere molto di più se non si è adeguatamente protetti dalle garanzie accessorie.

La polizza auto per i noleggi

Scegliere una buona polizza auto, magari con le nuove formule con scatola nera, è anche un elemento che può portare dei risparmi. Questi nuovi strumenti montati sulle vetture sono dei dispositivi che permettono di stabilire con maggior precisione le responsabilità in caso di incidenti e con le giuste polizze riconoscono dei bonus a chi si dimostra un guidatore affidabile e prudente.

Uno degli aspetti che gli automobilisti preferiscono però del noleggio auto è la sicurezza della spesa relativa al proprio veicolo. Il canone è infatti a tariffa fissa, la quota concordata non subisce variazioni una volta stabilito ogni aspetto della pratica.

Per essere certi di non trovarvi a scegliere un’offerta poco conveniente potete anche provare a calcolare quanto vi costa l’auto ogni anno. Inserite in questa somma tutte le voci di spesa che vi possono venire in mente. Il costo medio annuo per mantenere una vettura nel 2019, secondo uno studio di SOStariffe.it, è stato di 1.614,55 euro (nella cifra è compreso anche il carburante), se si sceglie un noleggio da 100 euro al mese il risparmio sarà di oltre 400 euro a patto che si rientri nelle spese per i rifornimenti inclusi nel canone.

I contro del noleggio auto

Le condizioni a cui si deve prestare attenzione quando si valuta il contratto del noleggio a lungo termine sono quelle relative al ripristino dei veicoli, ai limiti chilometri, alle schede carburante e alle franchigie delle polizze.

Se infatti è vero che gli abbonamenti sono formule comode perché si paga la rata e non si pensa a nulla è altrettanto vero che i costi una tantum possono dissolvere la convenienza in un secondo. Tra le estensioni assicurative che è bene richiedere di includere nel preventivo del concessionario, sia fisico che online, ci sono:

  • Polizza per danni causati nella circolazione in aree private, incluse quelle aeroportuali

  • Inclusione della garanzia anche per Città del Vaticano, San Marino, Stati UE e altri Stati che fanno parte del sistema Carta Verde

  • Estensione per i danni causati a terzi nelle operazioni di carico e scarico dal veicolo, purché non eseguite con mezzi meccanici (in questo caso esistono formule di polizza solo per veicoli commerciali)

  • Responsabilità per danni causati a terzi dai trasportati durante la circolazione

Un elemento a cui prestare sempre grande attenzione sono poi i massimali di risarcimento coperti dalla polizza e le franchigie a vostro carico. Nelle polizze infatti le compagnie possono richiedere che l’automobilista si faccia carico di una parte minima del danno, ci sono formule che prevedono che questo importo minimo sia versato dall’assicurato in ogni caso o solo se il danno provocato è inferiore alla franchigia.

Le polizze aggiuntive, qual è la più utile

Le formule assicurative che possono essere incluse con un’auto a noleggio, a parte la responsabilità civile, sono:

  • Polizza del conducente (P.A.I)

  • Copertura Danni al veicolo

  • Furto e Incendio

  • KASKO

Assicurazione del conducente

L’acronimo P.A.I. sta per Protezione personale incidenti ed è la formula di assicurazione che protegge il conducente in caso di sinistri. Questa polizza ha copertura abbastanza contenute rispetto ad altre garanzie, si va da 7 mila a circa 15 mila euro a seconda delle soluzioni proposte dalle compagnie. I massimali ovviamente possono essere modificati in base agli accordi con l’assicuratore.

La protezione risarcirà l’automobilista anche in caso di morte o di invalidità permanenti a seguito di un sinistro. L’rc infatti è una protezione solo per eventuali passeggeri o altre persone o cose coinvolte accidentalmente da un incidente auto.

Danni al veicolo

Per potersi garantire da i potenziali danni arrecati alla vettura a noleggio in genere le società o i professionisti decidono di sottoscrivere un contratto che includa la polizza Danni al veicolo. Questa formula permette di non doversi preoccupare di conseguenze provocate da atti vandalici, di incendi o del danneggiamento del parabrezza e degli specchietti.

Questa assicurazione può anche contemplare eventi naturali estremi, come una grandinata o una tromba d’aria, e gli eventi sociali più pericolosi, ad esempio uno sciopero o una sommossa violenta.

Furto e incendio

Altra garanzia da valutare è quella per coprire il veicolo da tentati di furto o da incendi. Questa polizza accessorie, come le precedenti, farà alzare leggermente la quota del canone mensile di noleggio. Per conoscere in dettaglio quali sono le coperture e gli eventi assicurati e quelli non coperti si dovrà leggere attentamente il Foglio informativo che descrive la polizza proposta.

La polizza completa KASKO

La copertura più popolare e che oltre ai danni a terzi permette di proteggere il proprio veicolo anche da danni provocati da noi si può valutare l’assicurazione KASKO. Si tratta senza dubbio della formula più costosa di polizza ma tutela sia voi che la vettura.

Con questa soluzione protegge anche i danni provocati al proprio veicolo e non tiene conto della responsabilità del conducente. Anche per questa polizza esistono delle esclusioni, ad esempio non si potrà ottenere un rimborso per i danni ad oggetti o animali trasportati e in nessun caso il guidatore sarà protetto se viola il Codice della Strada. Anche i danni da eventi atmosferici estremi non rientrano in quelli contemplati dalla polizza.

Un esempio pratico in cui questa assicurazione tornerà utile, la strisciata su uno sportello o un danno provocato sbattendo al marciapiedi posteggiando. Sono degli incidenti banali e molto comuni, ma che possono comportare spese anche molto impegnative per l’automobilista.

Cosa non è coperto dal pacchetto assicurativo?

Si dovrà essere molto precisi nel riportare i danni causati alle auto a noleggio e si dovrà seguire in modo impeccabile la procedura prevista dal contratto. Se per esempio si trova la propria auto danneggiata dopo una forte grandinata è il caso di chiamare subito l’assistenza e chiedere cosa fare.

Il diritto di rivalsa è una delle clausole più odiate dagli automobilisti, si tratta di una serie di condizioni che permettono all’assicuratore di non rimborsare i danni. Le condizioni più comuni, incluse in ogni contratto, specificano che la compagnia si avvarrà del diritto di rivalsa se il danno viene provocato dal conducente sotto l’effetto di alcolici o droghe o se l’automobilista non ha la patente.

Le penali nelle assicurazioni

Infine, il consiglio è di non sottovalutare le penali che il contratto di noleggio può imporvi. Quando vi sarà sottoposta la proposta dal concessionario chiedete i dettagli su massimali di rimborso e penali, i valori infatti possono variare ed essere personalizzati.

Il cliente che decide per un noleggio a lungo termine con una polizza furto in genere riesce ad ottenere che la clausola standard che impone una penale del 10% in caso l’auto venga rubata sia esclusa dal contratto. Come già sottolineato più volte, i canoni base delle proposte di autonoleggio non includono le polizze aggiuntive ma la sola rc auto.

Le società o i privati cittadini devono pertanto operare una paziente e sapiente opera di contrattazione per poter ottenere le migliori condizioni possibili.

 

Bollo auto e Canone RAI addio: verso l'abolizione nel 2021

Le tasse sul possesso dell'auto e il canone per sostenere la tv pubblica sono due delle imposte più odiate dagli italiani, e sono anche tra quelle maggiormente evase. Da giorni circolano notizie della possibile abolizione di entrambe le gabelle nel 2021, ecco cosa c'è di vero e cosa cambierà da prossimo anno

Bollo Auto 2020 e Coronavirus: cosa sapere

Sono diverse le Regioni che hanno scelto di posticipare la scadenza del pagamento del bollo auto a causa dell’emergenza coronavirus in corso. In queste righe illustreremo quali sono le varie proroghe previste e fino a quando saranno in vigore. 

Mascherina in auto: tutte le regole in ogni zona a novembre 2020

La seconda ondata di coronavirus ha portato al ritorno di alcune regole molto importanti, che devono essere rispettate al fine di favorire la riduzione dei contagi: ne fanno parte anche le misure relative all’utilizzo della mascherina in auto. Vediamo di seguito come funziona e se ci sono differenze tre le zone gialla, arancione e rossa. 
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »