Assicurazione viaggio India


Bollywood, Agra e il Taj Mahal, la terza montagna più alta del mondo (il Kangchenjunga), questi sono solo alcune delle attrattive dell’India. Il Paese ha molti volti e un’offerta che conquista turisti in cerca di spiritualità, ma anche di sport o storia, di mistero e colore.

Organizzare un viaggio in India si può rivelare però un po’ complicato ed è bene informarsi prima di partire sui possibili pericoli. L’assicurazione viaggio sanitaria è sicuramente fondamentale se volete intraprendere questa avventura. Ecco una guida per orientarvi tra le diverse polizze viaggio per l’India

arches-architecture-building-1007426 (def)

I colori, i profumi e le tradizioni indiane affascinano i turisti europei da generazioni. L’India è uno di quei paesi che mantengono un alone di mistero e la sua cultura così lontana da quelle occidentale incuriosisce i viaggiatori. Il fascino delle sue spiagge incantevoli, dei luoghi di devozione e del Gange e di Varanasi fanno da contraltare ad una serie di pericoli o disagi che il turista deve mettere in conto prima di prenotare il viaggio. Due su tutti interessano l’utente quando si trova a dover selezionare la propria assicurazione viaggio: sanità e attacchi terroristici.

Per avere un’idea delle migliori polizze proposte dalle compagnie usate il comparatore di SosTariffe.it. Prima di passare ad analizzare alcune delle assicurazioni più convenienti e complete per un viaggio in India ecco alcuni consigli su come affrontare la preparazione del viaggio.

Confrontra le migliori polizze RC Viaggio Vai

I posti da evitare

Digitare Farsenia e India vi permetterà di accedere alla pagina in cui il Ministero degli Esteri raccoglie informazioni utili per chi viaggia le su questo paese. In genere ci sono sempre almeno un paio di zone lungo il confine con il Bangladesh e il Nepal contrassegnate da triangoli gialli, segnale di cautela da parte dell’ente.

Anche se la situazione più tesa è quella che riguarda il Kashmir, il territorio è conteso tra India e Pakistan sin dal 1947 quando avvenne la spartizione dell’impero coloniale britannico. Le tensioni politico religiose tra hindu e musulmani rendono la zona piuttosto instabile e negli anni sono aumentati di casi di attacchi terroristici. Questo per i turisti oltre a creare problemi di sicurezza può comportare una serie di disagi, cancellazioni o ritardi nei voli, treni o viaggi in auto o bus programmati.

Sanità indiana

L’India inoltre continua ad avere una situazione sanitario igienica abbastanza preoccupante, anzi per gli standard europei si potrebbe dire disastrosa. Sono numerosi i casi di infezioni, gastroenteriti e malattie come la dengue o il tifo contratte in questi luoghi. Ci sono una serie di vaccini consigliati prima di intraprendere il viaggio, ma nessuno è obbligatorio. Ad esempio, tra le vaccinazioni consigliate ci sono: epatite A e B, la difterite, il tifo, la polio, la tubercolosi e il richiamo antitetanico. Quella per la dengue o l’antimalarica sono fortemente raccomandate per chi si rechi in India nei mesi dei monsoni, quindi da giugno a ottobre.

La sanità indiana conta su poche strutture pubbliche gratuite e quelle private sono molto costose. Per dei semplici calcoli la parcella potrebbe essere anche di diverse migliaia di €. Nel 2018 è stata annunciata un’ampia riforma del sistema sanitario per le fasce di popolazione più indigenti, ma per i turisti resta una pregativa importante munirsi di una buona polizza sanitaria. Anche perché le spese si pagano in anticipo. I focolai di malattie come il tifo e la meningite sono ancora un problema diffuso e le condizioni igieniche non aiutano a contenere lo svilupparsi di epidemie soprattutto tra le classi più povere.

Come ottenere la Visa per l’India

  • Per poter entrare nel Paese dovrete richiedere il visto (turistico, per lavoro, per studio, ecc.). Il sistema per ottenere il documento è stato decisamente semplificato da una decina d’anni a questa parte. La richiesta per il visto tradizionale prevede la presentazione di:

    • passaporto che valga almeno per 6 mesi e con 3 pagine libere

    • copia dei dati anagrafici (dal passaporto)

    • sul sito dell’Ambasciata indiana si trova il modulo da allegare

    • 2 foto tessera a colori con sfondo bianco (grandezza massima 300 KB)

    • Riferimenti del primo hotel in cui si soggiornerete e, nel caso siate già stati in India, i dati dell'hotel precedente

    • chi abbia prenotato una crociera dovrà fornire l’itinerario completo

    L’E-Visa è una novità, si tratta di un visto elettronico, a differenza dell’altro consente solo due ingressi e vale per 2 mesi anziché 6. La lista dei documenti da presentare è molto più breve così come i tempi per ottenere il visto. Sarà sufficiente collegarsi al sito Indian Visa Application (la richiesta può essere fatta da 3 mesi fino a 4 giorni prima della partenza). Per fare domanda occorrono:

    • copia dei dati anagrafici e della foto del passaporto in pdf

    • foto digitale

    • versamento da 50 €

    Una volta ultimati questi passaggi burocratici passiamo al tema assicurazione. Come anticipato ci sono numerosi fattori di rischio sia per la salute che per la propria sicurezza personale in un viaggio di questo tipo. Se gli attentati sono uno dei pericoli non sono l’unico, nel paese la microcriminalità è abbastanza diffusa e i furti sono all’ordine del giorno. È bene valutare questi dati quando si analizzano le condizioni delle polizze e fare quindi attenzione alle voci delle coperture proposte.

    Le assicurazioni viaggio per l’India

    I principali gruppi assicurativi riservano all’India alcune pagine speciali sui propri siti e mettono in guardia i turisti sui problemi del Paese. Il tutto ovviamente per convincerli della necessità di sottoscrivere una polizza completa. Come detto però effettivamente si tratta di un Paese in cui è bene non cercare di risparmiare troppo sui costi assicurativi visti gli innumerevoli inconvenienti a cui si può andare incontro.

    Vediamo un po’ alcune delle caratteristiche principali proposte dalle compagnie assicurative quando si tratta di un viaggio in India.

    Coverwise, compagnia assicurativa specializzata in viaggi ha una vasta gamma di coperture a buon prezzo, concentra la sua attenzione sul rischio sanitario in India. La formula assicurazione viaggio India è più che completa garantisce infatti:

    • spese mediche e di rimpatrio illimitate

    • assistenza 24 ore su 24

    • consulenza legale

    • annullamento della partenza (extra)

    • risarcimento furto (a pagamento)

    • smarrimento beni di valore (aggiuntivo)

    • formula All Inclusive per un viaggio di coppia dai 100 € in su

    Allianz anche ha studiato un’apposita soluzione India tra le sue polizze viaggio. Travel Care garantisce ai clienti:

    • assistenza Sanitaria 24h/24

    • pagamento diretto delle spese mediche, ospedaliere e chirurgiche

    • assistenza medica anche per attacchi terroristici

    • assistenza medica anche telefonica in Italiano

    • servizio di traduzione e interprete

    • rientro sanitario in Italia

    Da acquistare a parte sono le coperture per furto, ritardo del volo, spese prolungamento soggiorno, assicurazione smartphone e dispositivi.

    Spese mediche illimitate e con pagamento diretto da parte dell’assicurazione anche con Columbus. La compagnia assicurativa propone inoltre un’assistenza 24 h e coperture senza nessuna franchigia per:

    • rimpatrio

    • annullamento del viaggio (rimborso fino a 2.000 €)

    • interprete telefonico

    • spese legali fino a 10.000 €

    • la responsabilità civile assicura massimale fino a 500.000 €

    • zero spese per bambini fino ai 2 anni

    Cancellazione e assicurazione dei bagagli sono delle opzioni aggiuntive rispetto alla sola assicurazione sanitaria.

    Con Europ Assistance una polizza viaggio per l’India comprende come assicurazione generica:

    • rimpatrio medico

    • medico di riferimento all'estero e contatto telefonico con medico

    • interprete

    • monitoraggio della degenza in caso di ricovero

    • rientro anticipato in caso di problemi familiari in Italia

    • assistenza in caso di attacco terroristico

    Sono da acquistare come servizi aggiuntivi le spese mediche, in questa polizza sono inclusi:

    • rimborso pese mediche, farmaceutiche ed ospedaliere

    • pagamento diretto assicurazione presso le strutture ospedaliere o rimborso se ricoverato in strutture private

    • spese di ricerca e salvataggio

    • massimale da 100.000 € fino a 500.000€ (dipende dal pacchetto polizza prescelto)

    Viaggiare sicuri, come le altre assicurazioni ha diversi piani assicurativi, dal base alla soluzione Oro. I massimali per le spese mediche vanno da 1 milione € a 8 milioni € sui singoli viaggi con una franchigia di 80 €. Si può aggiungere un’opzione di esonero franchigia su ciascuna polizza del gruppo pagando 9 €.

    La versione Base dell’assicurazione di questa compagnia non copre:

    • scippo

    • infortuni

    • ritardo o mancata partenza

    • dirottamento

    • assicurazione bagaglio

    • interruzione viaggio

    In breve, alcune raccomandazioni

    Ricapitolando prima di partire per il viaggio in India è il caso di dare uno sguardo alle notizie su scontri nel Paese. Se proprio vi dovete dirigere in uno dei luoghi segnalati come a rischio assicurate anche il viaggio e la cancellazione dei voli per non incorrere in brutte sorprese. Oltre ad eventi disastrosi, come gli attentati terroristici o le calamità naturali, si deve anche tener presente che sono molto frequenti gli scioperi e le proteste di piazza che spesso possono paralizzare le città anche per più giorni. Se vi dovesse capitare di restare bloccati in aeroporto o in albergo e quindi di perdere una coincidenza senza la copertura dell’assicurazione potrebbe costarvi caro il rientro.

    L’opzione furto è spesso inclusa nei pacchetti che abbiamo visto, qualora non lo fosse è bene che consideriate di pagare un’extra per garantire la copertura dei dispositivi elettronici e il denaro che portate con voi. Le truffe ai turisti sono molto comuni e gli scippi sono veramente frequenti. Per evitare questi spiacevoli incidenti il consiglio di molti viaggiatori è quello di assumere una guida che vi accompagni durante il soggiorno e che vi metta in guardia da eventuali pericoli. Per le donne, soprattutto se sole, è vivamente consigliato non andare in giro in posti isolati e sarebbe meglio trovare un gruppo a cui aggregarsi per gli spostamenti.

    La sanità è gratuita ma come accennato la mole di pazienti da curare e le condizioni igieniche non permettono sempre di garantire gli standard a cui siete abituati. Per uno straniero inoltre le spese per dei comuni infortuni potrebbero essere piuttosto alte. I consigli principali per evitare di trovarvi a dover usufruire di assistenza medica riguardano il consumo di cibi e bevande: dal classico bevete sempre da bottiglie ben sigillate al niente ghiaccio nel drink. Viene raccomandato anche di non usare l’acqua del rubinetto per lavare i denti, oppure di comprare frutta intera e di non farsela sbucciare e lavare al mercato.

    È sempre raccomandato di portare con sé un piccolo kit di pronto soccorso, un repellente per gli insetti tropicali (principali responsabili della diffusione di dengue e malaria), paracetamolo, disinfettante e una buona protezione solare. Indubbia la comodità del contatto con un medico specialista che viene offerta con alcune delle soluzioni viste, molto utile per capire se rivolgersi a una delle strutture sanitarie o se si tratta di piccoli disturbi che possono essere curati in autonomia.

    Da non sottovalutare poi l’elemento linguistico e quindi l’assistenza con interpreti e traduttori proposta da alcune polizze. In India l’inglese è una delle lingue ufficiali, ma soprattutto se scegliete delle città fuori dai soliti itinerari potreste trovarvi in difficoltà nel comunicare.

    Per avere un’idea più precisa di costi e coperture selezionate le date del viaggio, il numero di persone coinvolte e confrontate i preventivi più convenienti con il comparatore di SosTariffe.it.l

     

     

     

     

     

Bollo auto, nuova stretta anti evasione

In Italia 45 milioni di euro di bollo auto vengono evasi ogni anno, per cercare di recuperare questo sommerso e dare un'ulteriore spinta alla lotta all'evasione è al vaglio un emendamento per una nuova super banca dati. Ecco cosa prevede questo provvedimento e cosa potrebbe accadere

Assicurazione viaggio USA: le migliori offerte del 2019

Gli USA rappresentano, senza alcun dubbio, una delle mete preferite dagli italiani per i loro viaggi, in particolare per quanto riguarda il periodo invernale, le festività di Natale e Capodanno. Prima di recarsi negli USA, sia per vacanza che per questioni lavorative, è essenziale attivare una buona assicurazione viaggio in grado di minimizzare i rischi legati al soggiorno sul territorio americano, soprattutto per quanto riguarda le possibili spese mediche. Ecco, quindi, quali sono le migliori offerte del 2019 per l'assicurazione viaggio USA e come fare ad attivare la polizza direttamente online. 

Le 10 migliori assicurazioni viaggio: la classifica aggiornata

Una pausa dallo stress di lavoro su una spiaggia esotica o un meeting dall’altra parte dell’Oceano, in ogni caso quello che non può mancare ormai al vostro viaggio è l’assicurazione. Proteggersi dagli imprevisti con polizze ad hoc è diventato indispensabile. Le soluzioni, anche economiche, non mancano e i rischi che si corrono in caso di imprevisti rischiano di essere molto costosi. Ecco quali sono le migliori 10 assicurazioni viaggio
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »

FAQ