Polizze assicurative accessorie

Perché si parla sempre più spesso di polizze assicurative accessorie? Perché le Rc auto, moto o altri veicoli, sono assicurazioni obbligatorie per legge, che proteggono gli automobilisti per quanto riguarda la responsabilità civile verso terzi, ma non lo tutelano da tutti i rischi verificabili.

Infatti la sola Rca, se non munita di polizze accessorie generichenon copre interamente i danni che possono verificarsi durante la circolazione stradale, specie quando si verifica un sinistro per colpa del conducente.

I limiti dell'assicurazione base

Prima di approfondire cosa sono le polizze assicurative accessorie e il loro funzionamento, vediamo quali limiti caratterizzano l’RC, attraverso due esempi:

  • Veicolo responsabile del sinistro coperto da sola RC: chi commette il sinistro ottiene il risarcimento dei soli danni materiali provocati al veicolo di terzi e il risarcimento delle lesioni fisiche subite dal conducente danneggiato e dai passeggeri. Non è prevista alcuna copertura per i danni materiali subiti dal proprio veicolo e per le lesioni fisiche del conducente.

Per ottenere una copertura completa vanno aggiunte all’RC la polizza infortuni del conducente e l’assicurazione kasko.

  • Veicolo danneggiato: se il responsabile del sinistro è munito di sola RC, il danneggiato ottiene sia il risarcimento dei danni materiali alla vettura, che il risarcimento delle proprie lesioni fisiche e di quelle subite dai passeggeri. Tuttavia, se il responsabile non è munito di RC, per ottenere il risarcimento bisogna fare ricorso al Fondo per le Vittime della Strada, il che amplia notevolmente i tempi del risarcimento. Per non rischiare dunque, anche l’automobilista danneggiato deve munirsi quantomeno di un’assicurazione infortuni del conducente e di una polizza kasko.

Finora abbiamo introdotto l’utilità delle sole garanzie generiche polizza kasko e infortuni del conducente (come funzionano è approfondito nel paragrafo successivo), ma le garanzie accessorie ad integrazione dell’RC sono tante, eccone alcune:

  • polizza cristalli;
  • assicurazione atti vandalici;
  • polizza furto-incendio;
  • polizze eventi atmosferici;
  • assistenza legale;
  • assistenza stradale:
  • polizza eventi sociopolitici.

Ogni polizza assicurativa accessoria all’RC garantisce il risarcimento di danni specifici e ulteriori rispetto alla responsabilità civile e viene inclusa nel preventivo assicurazioni su richiesta facoltativa del cliente.

Il costo delle singole garanzie accessorie viene calcolato a parte, pur essendo specificato nel preventivo RC e comporta una maggiorazione del premio.

Alcune compagnie di assicurazioni online offrono RC + polizze assicurative accessorie a prezzi convenienti: per calcolare il preventivo moto o auto e confrontare le offerte puoi utilizzare il comparatore di SosTariffe.it.

Confronta le migliori RC Auto »Vai

Cosa coprono le polizze accessorie generiche

Ogni garanzia protegge da uno o più eventi dannosi e ha un funzionamento peculiare. La polizza cristalli ad esempio, non copre i danni agli specchietti e viene confusa spesso con l’assicurazione atti vandalici. L’assicurazione kasko invece, come funziona?

Cosa si intende per mini-kasko? Per rispondere a tutte le domande e chiarire i dubbi, vediamo cosa sono le garanzie accessorie generiche e come funzionano.

Come funziona l’assicurazione cristalli

La polizza cristalli aggiunta all’Rca garantisce il risarcimento delle spese sostenute dall’automobilista per la rottura accidentale o provocata da terzi dei cristalli della vettura.

Per “cristalli” si intendono il parabrezza, il lunotto posteriore e i finestrini laterali, non gli specchietti retrovisori interni ed esterni.

Questa garanzia accessoria permette di recuperare i costi di riparazione e sostituzione (la scheggiatura del cristallo è spesso riparata gratuitamente, specie dalle compagnie Rc auto con carrozzeria convenzionata).

Alcune assicurazioni includono la polizza cristalli nell’assicurazione kasko o nella furto-incendio, altre la vendono separatamente.

Come funziona l’assicurazione kasko

A differenza dell’RC l’assicurazione kasko risarcisce i danni al proprio veicolo.

Il risarcimento legato a questa polizza non avviene in base alla responsabilità di uno o più conducenti, ma scatta indipendentemente da questa, intervenendo anche quando l’incidente è provocato dal solo automobilista alla guida della propria auto (urto di un marciapiede, ribaltamento dell’auto etc.).

Esistono 2 tipi di assicurazione kasko:

  • assicurazione kasko a valore intero: si divide ulteriormente in polizza a primo o secondo rischio e in polizza a rischio assoluto o relativo. Nell’assicurazione kasko a primo rischio viene stabilito un preciso massimale oltre il quale la compagnia non è tenuta a risarcire generando uno “scoperto” a carico del contraente (ex. massimale fino a 50mila euro. Se il danno è da 70mila la compagnia risarcisce solo 50mila). Nella “secondo rischio”, al massimale si aggiunge la franchigia. Con la franchigia l’assicurato si obbliga a sostenere parte del risarcimento, l’altra parte resta a carico dell’assicurazione secondo i termini stabiliti dal contratto.

Nelle polizze a rischio assoluto il massimale è fissato indipendentemente dal valore commerciale della vettura e non tiene conto né dell’usura né della svalutazione del mezzo. La polizza a rischio relativo invece tiene conto di questi due elementi in sede di risarcimento. L’assicurazione a valore intero risarcisce tutti i casi di collisione con altri veicoli o con oggetti, ribaltamento della vettura, sbandamento e tanti altri casi a seconda del contratto stipulato.

  • polizza mini-kasko: è meno diffusa, meno completa e più economica dell’assicurazione kasko totale. Risarcisce i soli danni al veicolo responsabile del sinistro derivanti da collisione con altri veicoli identificati (ai fini del risarcimento dunque è essenziale entrare in possesso delle generalità dell’altro conducente e della targa del veicolo).

Come funziona l’assicurazione atti vandalici

Molte compagnie vendono congiuntamente le garanzie accessorie generiche atti vandalici ed eventi socio-politici. In realtà le due polizze coprono rischi diversi, seppur similari.

L’assicurazione atti vandalici è consigliata a chi vive in centro città, dove il tasso di criminalità è più alto (per lo stesso motivo si consiglia la polizza furto-incendio) e dove possono verificarsi danni al veicolo commessi con dolo di terzi non identificati (graffi con chiave, foratura delle gomme, distruzione dei cristalli e così via. Ogni compagnia di assicurazione specifica nelle clausole contrattuali tutti i casi previsti).

La polizza copre i costi di riparazione per il danno derivante da atti terroristici e vandalici. Si tratta di una copertura più ampia della sola furto-incendio, tanto che alcune imprese vendono le garanzie congiuntamente per offrire una copertura completa.

A causa delle frequenti truffe messe in atto dagli stessi automobilisti proprietari per ottenere un risarcimento, molte compagnie incaricano periti specializzati per ricondurre l’atto doloso all’effettiva azione di terzi.

Furto-incendio: la più acquistata fra le garanzie accessorie

La legge non vieta di acquistare singolarmente le garanzie accessorie generiche furto o incendio. Tuttavia la maggior parte delle assicurazioni, anche Rc moto, propongono la formula unitaria furto-incendio, decisamente più economica. Per maggior chiarezza, vediamo le caratteristiche di ciascuna assicurazione, che non variano comunque all’acquisto della soluzione unitaria o separata.

  • Polizza furto: risarcisce i casi di furto totale della vettura o di sottrazione di parti del veicolo anche avvenuti tramite rapina. In caso di furto totale la compagnia paga l’intero valore commerciale del veicolo, tenuto conto di usura e svalutazione (il valore commerciale viene stabilito alla sottoscrizione della polizza ed è rinegoziato di anno in anno). Nelle ipotesi di sottrazione di parti invece, viene risarcita solo la parte trafugata o danneggiata. È essenziale acquistare la polizza furto se il mezzo di trasporto non è custodito in garage, ma in un’area pubblica ad esempio, e, comunque, se si vive in una zona ad alto tasso di criminalità. La polizza non copre il furto di oggetti nell’abitacolo.
  • Polizza incendio: la polizza incendio può risarcire, a seconda di quanto stabilito dalle clausole contrattuali, l’incendio e i danni causati da scoppio, fulmini, cortocircuito. Proteggendo anche da alcuni eventi atmosferici, l’assicurazione viene venduta spesso con formule onnicomprensive, ma per conoscere tutti i rischi coperti bisogna leggere attentamente il contratto. L’assicurazione incendio non copre i danni agli oggetti nell’abitacolo e i casi in cui l’incendio o lo scoppio siano determinati da dolo di terzi o colpa dell’assicurato (ex. incendio doloso o incendio provocato da una sigaretta accesa in macchina).
Effettua un preventivo RC Auto »Vai

L’assicurazione eventi socio-politici

È tra le garanzie accessorie più specifiche, spesso venduta in un’unica soluzione con la polizza eventi politici. Garantisce il risarcimento del danno provocato da sommosse, manifestazioni politiche, scioperi e altri fenomeni violenti commessi da soggetti non identificabili singolarmente (in tal caso infatti scatterebbe la denuncia per l’identificato, che esonera l’assicurazione dal risarcimento).

La copertura può riguardare la distruzione totale del mezzo o di sue parti e il risarcimento viene calcolato, come per la polizza furto e incendio, in base al valore commerciale del veicolo, ricalcolato di anno in anno in ragione di usura e svalutazione. Oltre al massimale può essere presente una franchigia a carico dell’assicurato.

La polizza eventi atmosferici

La garanzia eventi naturali o eventi atmosferici copre i danni materiali provocati al mezzo da manifestazioni atmosferiche violente come terremoti, grandine e alluvioni, ma anche bufere, uragani, valanghe, trombe d’aria e slavine (i rischi coperti variano a seconda di quanto previsto dal contratto di polizza).

Per gli eventi causati da incendi invece, è necessario munirsi di polizza furto-incendio.

Come per le coperture eventi socio-politici e atti vandalici è richiesta la presentazione della denuncia alle Forze dell’Ordine ai fini del risarcimento da parte della compagnia.

Trattandosi di un’assicurazione richiesta principalmente da soggetti che vivono in aree a rischio, questo tipo di polizza non viene offerta da tutte le compagnie di assicurazione ed è quindi preferibile confrontare l’Rc auto e l’Rc moto online che trovare un’impresa che la preveda.

Scopri l'assicurazione moto più adatta a te! »Vai

Come funziona l’assicurazione infortuni del conducente

Dopo l’assicurazione cristalli e dopo la polizza furto-incendio, può ritenersi la più importante tra le polizze assicurative accessorie, perché consente il risarcimento delle lesioni fisiche riportate dal conducente nei sinistri con colpa, non coperte dall’Rca.

Di solito l’assicurazione infortuni del conducente copre anche l’eventuale decesso e l’invalidità permanente nonché l’indennizzo di tutte le spese sanitarie sostenute.

Come altre garanzie accessorie generiche, può includere sia un massimale che una franchigia.

Assistenza stradale

L’assistenza stradale può essere inclusa nelle offerte RC senza maggiorazione del premio, ma spesso è una polizza facoltativa, con cosi aggiuntivi, da sottoscrivere a parte.

Questa garanzia è utilissima perché permette di includere il soccorso con carroattrezzi e il traino fino all’officina. Quando gli interventi di riparazione richiedono più di 8 ore per essere eseguiti, la polizza deve coprire anche le spese di soggiorno obbligato dell’assicurato lontano da casa.

La concessione di un’auto sostituiva spesso prevede un costo a parte che varia di compagnia in compagnia.

Assistenza legale

Copre le spese di assistenza e consulenza legale necessarie quando si intraprende una causa legale, civile o amministrativa in seguito ad un sinistro e comprende anche i costi di periti e altri professionisti intervenuti nel processo.    

Alcune delle migliori compagnie assicurative 

SosTariffe.it compara alcune delle migliori assicurazioni online in Italia, tra cui:

  1. Genialloyd, compagnia del gruppo Allianz specializzata nella vendita diretta di prodotti assicurativi per auto e motoveicoli.
  2. Prima.it, ha fatto il suo ingresso nel mercato italiano nel 2015 e vende polizze online per conto di NOBIS Assicurazioni S.p.A.
  3. Tua Assicurazioni è stata fondata nel 2003 e si distingue per l'attenzione nella formazione interna dei propri agenti e intermediari. 
Mi piace
I tuoi dati sono stati inviati correttamente.
Stai per essere reindirizzato al comparatore...

Vuoi sapere quanto costerebbe la tua polizza?

Email  
Scadenza polizza   /
Seleziona il preventivo
moto auto
Preventivo  
Senza impegno
Sos Tariffe S.r.l. - P.Iva 07049740967 - È vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2008 - 2017
Il servizio di intermediazione assicurativa è offerto da Sos Broker srl con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS
ed iscritto al RUI con numero B000450117, P. iva 08261440963. PEC
Il servizio di mediazione creditizia per mutui e prestiti è gestito da FairOne S.p.A., iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215, P. IVA 06936210969 TrasparenzaInformativa
Informativa precontrattuale