Scoperto


Come la franchigia, lo scoperto fa parte di quelle clausole contenute nei contratti assicurativi che pongono oneri economici a carico del cliente.

Molto ricorrente nei contratti Rc auto e moto, lo scoperto (detto anche scoperto di sicurtà) obbliga infatti il cliente a sostenere parte del risarcimento per una quota che varia di compagnia in compagnia assicurativa, indicata nel contratto di assicurazione.

Ottieni informazioni sullo scoperto di molte compagnie »Vai

La caratteristica principale dello scoperto è che il suo ammontare può essere conosciuto solo dopo la quantificazione del danno.

Il calcolo dello scoperto viene infatti effettuato a posteriori, dopo l’incidente, in base a una percentuale applicata al danno causato nel sinistro (la franchigia invece, assoluta o relativa, è sempre rappresentata da un importo fisso).

Lo scopo dello scoperto è quello di stimolare gli assicurati ad avere condotte di guida più responsabili e, sostanzialmente, ad evitare gli incidenti. Quando nel contratto sono presenti sia clausole di scoperto che clausole di franchigia, la quota di risarcimento a carico del cliente è sempre costituita da due valori: uno assoluto (la franchigia) e uno relativo (lo scoperto).

L’assicurazione per calcolare il danno da risarcire spettante all’assicurato applicherà tra i due il valore più favorevole alla compagnia.

Il valore dello scoperto può raggiungere importi molto elevati, e per questo, le compagnie di assicurazione pongono di solito un limite.

Auto vecchie: chi paga il bollo?

Il bollo auto è il nome comune della tassa automobilistica dovuta ogni anno per il possesso di un determinato veicolo. Si tratta, quindi, di uno dei principali "costi fissi" per i proprietari di auto e moto e deve essere tenuto in considerazione nella valutazione dei costi di mantenimento del veicolo. Non tutte le auto devono pagare il bollo o devono pagare la tassa per intero. La normativa prevede, infatti, condizioni agevolate per il bollo delle auto "vecchie". Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Bonus 40% elettriche: che cosa è e come ottenerlo

Ci sono tante iniziative in arrivo per sostenere la diffusione delle auto elettriche. Tra le novità previste dalla commissione Bilancio della Camera, infatti, c'è anche un nuovo bonus riservato alle famiglie che rispettano determinati requisiti di reddito. Il nuovo bonus renderà l'acquisto delle auto elettriche ancora più conveniente, anche per le famiglie a basso reddito. Ecco cos'è e come ottenere il bonus del 40% per le auto elettriche.

Revisione Auto 2020: tutte le proroghe per Covid-19

La revisione auto 2020 sarà soggetta a una serie di proroghe che sono state introdotte dal Ministero dell’Interno per andare incontro all’emergenza sanitaria: la circolare n. 300/A/7923/201l O 1/3/3/9 del 22/10/2020 aveva già introdotto delle specifiche, ma il MIT è intervenuto nuovamente per creare ordine tra la confusione creatasi a causa delle diverse ordinanze emanate negli ultimi tempi. 
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »