RUI – Registro Unico Intermediari


Il RUI-Registro Unico Intermediari è diventato operativo il 1° febbraio 2007 con il D.lgs 209/2005 (Codice delle Assicurazioni Private) ed è un albo contenente tutti i dati relativi ai soggetti che esercitano attività di intermediazione assicurativa e riassicurativa in Italia, che abbiano residenza o sede legale nel nostro Paese.

Il RUI è detenuto dall’IVASS (ex-ISVAP), l’Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni, e rappresenta una vera e propria garanzia per i consumatori, che possono consultarlo controllando l’effettiva autorizzazione dei professionisti con cui stanno per concludere un contratto assicurativo auto, vita o di altro tipo.

Confronta le migliori Assicurazioni »Vai

Per esercitare l’attività di intermediazione è obbligatoria l’iscrizione al RUI-Registro Unico Intermediari e chi non provvede a tale iscrizione può essere segnalato all’Ivass, o successivamente radiato se non rispetta le norme di condotta della professione.

Ogni intermediario è collocato in apposita sezione del registro in base al ruolo esercitato e non può essere iscritto in più sezioni, ma può lavorare in altri Stati dell’Unione Europea in regime di libera prestazione di servizi previa informativa all’Ivass.

Devono iscriversi al Rui- Registro Unico Intermediari tutti le persone fisiche o giuridiche (società) che intervengono e operano nella filiera assicurativa:

  • la sezione A è riservata agli agenti assicurativi, che possono iscriversi al RUI previo superamento di un esame di idoneità e se detentori di un capitale sociale non inferiore a 120mila euro;
  • la sezione B è riservata ai broker. Ai fini dell’iscrizione è necessario dimostrare gli stessi requisiti richiesti per gli agenti;
  • la sezione C è riservata ai produttori diretti di imprese di assicurazione. È richiesto il possesso dei requisiti di onorabilità e il conseguimento del certificato di formazione professionale;
  • alla sezione D possono iscriversi le banche, le società di intermediazione mobiliare, gli intermediari finanziari e Poste Italiane S.p.A.;
  • la sezione E è riservata ai collaboratori degli intermediari iscritti nelle sezioni A, B e D. L’iscrizione è subordinata al conseguimento di apposita formazione professionale.

Per le iscrizioni nelle sezioni A e B el RUI-Registro Unico Intermediari l’Ivass indice la prova di abilitazione ogni anno, con provvedimento pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Nella domanda di iscrizione a tutte le sezioni deve essere allegata la ricevuta di versamento di 168 euro a titolo di tassa di concessione governativa. In più, gli iscritti alle sezioni A, B, C e D del Rui devono versare il contributo annuale di vigilanza, il cui importo è stabilito annualmente con Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze ai sensi dell’articolo 336 del Codice delle Assicurazioni private. Il mancato pagamento del contributo comporta l’avvio della procedura di riscossione coattiva e della procedura di cancellazione dal RUI.

Confronto premi assicurativi auto 2019: la tabella con tutte le assicurazioni

Il costo dell'assicurazione auto dipende da un gran numero di fattori. Al momento dell'attivazione di una nuova polizza auto, infatti, le compagnie valutando un gran numero di parametri a partire dalla storia assicurativa del proprietario del veicolo, e quindi dalla sua classe di merito, e sino ad arrivare alla sua provincia di residenza. Ad influire sui costi finali dei premi assicurativi ci sono, inoltre, le varie offerte delle compagnie, che provano a conquistare nuovi clienti con soluzioni sempre più vantaggiose, e la scelta delle garanzie accessorie, polizze extra che il contraente della polizza può abbinare alla polizza RC Auto. 

Controllo targa auto: verifica assicurazione e bollo

Dalla targa di un'auto è possibile risalire a diverse informazioni relative ad aspetti fondamentali per gli automobilisti come la verifica della copertura assicurativa RC Auto, essenziale per poter circolare in strade pubbliche per un veicolo, e del pagamento del bollo auto, la tassa di possesso che tutti i proprietari di un'autoveicolo sono tenuti a pagare ogni anni. Ecco come verificare assicurazione e bollo grazie al controllo della targa dell'auto.

Le 7 migliori assicurazioni auto 2019 a confronto

Anche nel 2019 le assicurazioni RC Auto che si possono acquistare online via Internet propongono premi particolarmente convenienti e, in particolare, la possibilità di personalizzare le garanzie scegliendo liberamente solo quelle che servono davvero. Qui di seguito, ecco una panoramica sulle più convenienti offerte di quest’anno, da ConTe.it fino a Verti.
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »

Guide


Sos Tariffe S.r.l. - P.Iva 07049740967 - Corso Buenos Aires 54, 20124 Milano - È vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2008 - 2019
Il servizio di intermediazione assicurativa è offerto da Sos Broker srl con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS
ed iscritto al RUI con numero B000450117, P. iva 08261440963. PEC
Il servizio di mediazione creditizia per mutui e prestiti è gestito da FairOne S.p.A., iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215, P. IVA 06936210969 TrasparenzaInformativa
Informativa precontrattuale SosBroker - Le informative precontrattuali delle Compagnie assicurative con le quali collaboriamo sono reperibili al seguente link.