Fondo Garanzia Vittime della Strada FGVS


FGVS è l’acronimo di Fondo Garanzia Vittime della Strada, un organismo istituito con la Legge n°990 del 1999 - abrogata con l’entrata in vigore del Codice delle Assicurazioni Private - per indennizzare i danni a cose e persone causati da veicoli a motore e natanti non identificati o non coperti da assicurazione, oppure appartenenti ad imprese in stato di liquidazione coatta o posti in circolazione contro la volontà del proprietario (ex. ipotesi di furto).

Ai sensi del successivo Decreto Legislativo il Fondo Garanzia Vittime della Strada o FGVS interviene anche a copertura dei danni provocati in un sinistro da veicoli spediti nel territorio della Repubblica Italiana da altri Stati dello Spazio Economico Europeo, nonché per i sinistri provocati da veicoli esteri con targa non corrispondente o non più corrispondente allo stesso veicolo.

Calcola preventivo per assicurarsi da incidenti »Vai

Il Fondo è attivo dal 1971 ed è gestito dalla Consap sotto la vigilanza del Ministero dello Sviluppo Economico, assistito da un comitato composto dal Presidente dell’FGVS (o dall’amministratore delegato), dai rappresentati del Ministero dello Sviluppo Economico e dai porta voce della Consap, dell’Ivass, di Ania, del Ministero dell’Economia e delle Finanze e dai rappresentanti delle associazioni di consumatori. Il Fondo Garanzia Vittime della Strada è alimentato con il gettito derivante da una quota che grava sull’Rca.

Le procedure di risarcimento e di liquidazione del danno vengono affidate ad imprese specifiche, designate dall’IVASS, Istituto di Vigilanza sulle Assicurazioni, e, in ogni caso, l’intervento FGVS è limitato al massimale di legge vigente al momento del sinistro  (dall'11 giugno 2012 € 5.000.000,00 per danni a persona per sinistro, € 1.000.000,00 per danni a cose per sinistro; precedentemente, a far data dall'11 dicembre 2009, € 2.500.000,00 per danni a persona per sinistro ed € 500.000,00 per danni a cose per sinistro).

La richiesta di indennizzo al Fondo Garanzia Vittime della Strada o FGVS può essere inoltrata online dal portale Consap.it dopo aver scaricato, compilato e inviato il modulo di domanda risarcimento.

Auto vecchie: chi paga il bollo?

Il bollo auto è il nome comune della tassa automobilistica dovuta ogni anno per il possesso di un determinato veicolo. Si tratta, quindi, di uno dei principali "costi fissi" per i proprietari di auto e moto e deve essere tenuto in considerazione nella valutazione dei costi di mantenimento del veicolo. Non tutte le auto devono pagare il bollo o devono pagare la tassa per intero. La normativa prevede, infatti, condizioni agevolate per il bollo delle auto "vecchie". Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Bonus 40% elettriche: che cosa è e come ottenerlo

Ci sono tante iniziative in arrivo per sostenere la diffusione delle auto elettriche. Tra le novità previste dalla commissione Bilancio della Camera, infatti, c'è anche un nuovo bonus riservato alle famiglie che rispettano determinati requisiti di reddito. Il nuovo bonus renderà l'acquisto delle auto elettriche ancora più conveniente, anche per le famiglie a basso reddito. Ecco cos'è e come ottenere il bonus del 40% per le auto elettriche.

Revisione Auto 2020: tutte le proroghe per Covid-19

La revisione auto 2020 sarà soggetta a una serie di proroghe che sono state introdotte dal Ministero dell’Interno per andare incontro all’emergenza sanitaria: la circolare n. 300/A/7923/201l O 1/3/3/9 del 22/10/2020 aveva già introdotto delle specifiche, ma il MIT è intervenuto nuovamente per creare ordine tra la confusione creatasi a causa delle diverse ordinanze emanate negli ultimi tempi. 
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »