Contrassegno di assicurazione


Il contrassegno di assicurazione o tagliando di assicurazione è quel documento che certifica il regolare pagamento della polizza Rca, il cui obbligo di esposizione sul parabrezza dei veicoli è stato abolito il 18 ottobre 2015.

Ottieni informazioni sulle compagnie RC »Vai

Contestualmente all’eliminazione di tale obbligo è venuta meno anche l’originaria forma cartacea del contrassegno di assicurazione che veniva consegnato - insieme ad altri documenti - insieme alla polizza, in seguito all'accettazione del preventivo auto e alla firma del contratto. Dopo le modifiche legislative, la forma cartacea è stata trasformata in digitale (o telematica).

Non cambiano gli elementi costitutivi e le informazioni contenute nel tagliando, cioè il nome della compagnia assicurativa di riferimento, il numero di polizza, il tipo e la targa del veicolo e la scadenza dell’assicurazione, che determina anche la sua validità.

La funzione primaria del contrassegno di assicurazione è quella di permettere alla Forze dell’Ordine di verificare la regolarità della copertura assicurativa, e il passaggio al tagliando telematico agevola le Autorità nelle operazioni di controllo. Il contrassegno di assicurazione cartaceo è infatti stato oggetto negli anni passati di una massiccia falsificazione, divenuta oggi impossibile grazie all’introduzione dei controlli elettronici RC.

Attualmente i nuovi controlli avvengono tramite lettura della targa del veicolo (c.d. Targa System) da parte di telecamere, autovelox e varchi Ztl in modo che le Forze dell’Ordine possano verificare in tempo reale il pagamento dell’assicurazione anche senza fermare il veicolo. Con l’abolizione dell’obbligo di esposizione del contrassegno di assicurazione è stata infatti creata una banca dati dei tagliandi.

Alla stipulazione o al rinnovo di una polizza l’impresa di assicurazione invia i dati relativi a decorrenza, scadenza e pagamenti alla banca dati della S.I.T.A., creata dall’Ania (Associazione Nazionale Imprese Assicurative) dalla quale, per mezzo dei dispositivi elettronici, le Autorità risalgono a tutti i dati relativi alla copertura Rca.

Esenzione bollo auto 2021: a chi spetta

Nelle ultime settimane si è parlato con una certa insistenza di esenzione dal pagamento del bollo auto 2021. La tassa automobilistica, come previsto dalla normativa, è dovuta ogni anno da chi possiede un veicolo, a prescindere dal suo effettivo utilizzo. Ecco tutto quello che c'è da sapere in merito all'esenzione del bollo auto 2021 ed alle proroghe sulle scadenze dei pagamenti previsti su base regionale come stabilito da alcune Regioni.

Preventivi polizze auto 2021: le migliori assicurazioni di Febbraio 2021

Trovare un'assicurazione per la vettura che sia conveniente e copra al meglio il vostro veicolo può essere un'impresa, per poter rendere più semplice questa ricerca ci si può affidare ad un confronto online dei preventivi delle polizze auto. In questa guida vedremo come individuare le migliori assicurazioni auto e scegliere la più conveniente

Auto vecchie: chi paga il bollo?

Il bollo auto è il nome comune della tassa automobilistica dovuta ogni anno per il possesso di un determinato veicolo. Si tratta, quindi, di uno dei principali "costi fissi" per i proprietari di auto e moto e deve essere tenuto in considerazione nella valutazione dei costi di mantenimento del veicolo. Non tutte le auto devono pagare il bollo o devono pagare la tassa per intero. La normativa prevede, infatti, condizioni agevolate per il bollo delle auto "vecchie". Ecco tutto quello che c'è da sapere.
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »