Bonus Malus


Si definisce Bonus Malus quel meccanismo applicato dalla maggior parte delle assicurazioni Rca sui veicoli a motore. Il sistema comporta la variazione del premio dovuto dal cliente all’assicurazione (in aumento o in diminuzione) di anno in anno, secondo le seguenti modalità:

  • Con il “bonus” si applica uno sconto sul premio assicurativo in ragione della virtuosità dell’assicurato che non si è reso responsabile di sinistri durante il periodo di osservazione (tale periodo dura 10 mesi a differenza dell’anno assicurativo);
  • con il “malus” invece, si applica una maggiorazione sul premio in ragione dell’evento sinistroso provocato con colpa o concorso di colpa.

Il sistema Bonus Malus è legato al sistema delle classi di merito assicurative (C.U.), perché lo sconto offerto dal bonus si sostanzia non solo nella riduzione del premio, ma anche nell’avanzamento di una classe assicurativa. In questo modo, anche chi decide di cambiare compagnia, può usufruire dello sconto, perché la nuova classe raggiunta viene indicata nell’attestato di rischio. Chi invece si rende responsabile anche di un solo incidente, in base al sistema Bonus Malus, degrada di due classi di merito. Ciò comporta che le classi di merito, fissate in numero di 18, siano più o meno costose in base alla virtuosità dell’assicurato.

Chi raggiunge la 1^ classe di merito non commettendo sinistri infatti, ha guadagnato una serie consecutiva di bonus e pagherà l’assicurazione più economica. Chi al contrario scende a classi inferiori paga di più (la classe più costosa è la 18^). Il sistema Bonus Malus dunque è stato creato per incentivare uno stile di guida prudente. I neopatentati entrano nel sistema Bonus Malus con una classe 14^, in ragione della loro inesperienza alla guida.

Il meccanismo Bonus Malus, vale sia per le assicurazioni auto che per le assicurazioni dei motoveicoli o di altri veicoli a motore.

Trova polizza auto più conveniente »Vai

RC auto, la proposta del M5S su Rousseau

Possibili novità normative in arrivo per il settore RC Auto in Italia. Il Movimento 5 Stelle, la principale forza politica attualmente al Governo, sta valutando una serie di modifiche al sistema delle assicurazioni auto e moto nel nostro Paese che potrebbero andare a modificare, radicalmente, il settore. Per ora, in attesa dell'arrivo in Parlamento, sul tavolo c'è una proposta di modifica al settore RC Auto sulla piattaforma Rousseau della deputata 5 Stelle Maria Soave Alemanno. Ecco i dettagli.

Aumenti pensioni 2020: tutto quello che c'è da sapere

Una nuova riforma delle pensioni in arrivo nel 2020, frutto della decisione del nuovo Governo Pd M5s: i sindacati chiedono un nuovo meccanismo di calcolo per aumentarne gli importi, il Welfare tornerà ad assumere un ruolo centrale, ci sarà un focus sui giovani con basso reddito per l’introduzione di una pensione di garanzia, la cosiddetta opzione donna e molto altro ancora: ecco di seguito quali saranno i cambiamenti cardine della riforma sulle pensioni.

Bollo auto non pagato, c'è il condono fino a 1000 euro per debiti precedenti al 2010

Indignazione tra gli utenti online alla notizia che nel Decreto fiscale è contenuta una sanatoria fiscale, fino all’importo di 1000 €, per chi non ha pagato il bollo auto tra il 2000 e 2010. Cosa sta succedendo? Chi non pagherà le cartelle esattoriali? E quali sono le sanzioni di norma applicate a chi non paga la tassa automobilistica?
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »

Guide

FAQ