Attestato di rischio


L’attestato di rischio è quel documento rilasciato al termine di ogni anno assicurativo dall’assicuratore al cliente, contenente il numero di sinistri denunciati negli ultimi 5 anni da chi ha sottoscritto una polizza Rca per auto o moto. A partire dal 1° luglio 2015 l’attestato di rischio ha assunto formato elettronico ed è stata creata una banca dati degli attestati di rischio gestita dall’Ania sotto il controllo dell’Ivass.

Il documento cartaceo è stato sostituito da una versione digitale, che viene reperita dalla compagnia o dall’intermediario all’interno della banca dati e trasmessa al cliente via e-mail entro 30 giorni dalla scadenza dell’assicurazione, per consentire l’eventuale passaggio ad altra compagnia assicurativa. Le assicurazioni online mettono a disposizione dei clienti l’attestato di rischio (entro lo stesso termine) sul proprio portale web, in modo che possa essere visualizzato e scaricato dall’area riservata. Se all’assicurazione è applicato il sistema Bonus Malus, l’attestato di rischio contiene anche la classe di merito raggiunta in base al sistema interno delle classi di merito della compagnia assicurativa.

Confronta Assicurazioni Online »Vai

Tuttavia, per garantire il rispetto delle classi di merito universali, accanto alla classe interna deve sempre essere indicata la CU corrispondente (classe di merito universale). L’attestato di rischio ha validità pari a 5 anni dal suo rilascio (L'articolo 5, comma 1 bis, della legge n. 40/2007 modifica l'articolo 134, comma 3, del Codice delle Assicurazioni, prevedendo che “in caso di cessazione del rischio assicurato o in caso di sospensione o di mancato rinnovo del contratto di assicurazione per mancato utilizzo del veicolo, l'ultimo attestato di rischio conseguito conserva validità per un periodo di cinque anni”) ed è entro questo termine che si mantiene la sinistrosità pregressa e la classe di merito raggiunta anche in caso di cambio compagnia.

Trascorsi 5 anni invece, senza che l’automobilista o il motociclista abbia stipulato altri contratti assicurativi, l’attestato di rischio cessa di essere valido e al nuovo cliente verrà assegnata la classe di merito prevista dalla compagnia. L’attestato di rischio deve altresì contenere le seguenti informazioni: denominazione dell’impresa assicuratrice, nome del contraente, firma dell’assicuratore, numero di polizza, tariffa applicata e data di scadenza dell’assicurazione.

Ricordiamo che l'attestato di rischio non è inviato insieme al preventivo per l'assicurazione moto o auto, e nemmeno insieme al contratto, ma che la compagnia con la quale ci si è assicurati, è obbligata a renderlo disponibile online (via e-mail o nell'area personale web del cliente) almeno 30 giorni prima della scadenza della polizza in corso.

Preventivi polizze auto 2021: le migliori assicurazioni di Febbraio 2021

Trovare un'assicurazione per la vettura che sia conveniente e copra al meglio il vostro veicolo può essere un'impresa, per poter rendere più semplice questa ricerca ci si può affidare ad un confronto online dei preventivi delle polizze auto. In questa guida vedremo come individuare le migliori assicurazioni auto e scegliere la più conveniente

Auto vecchie: chi paga il bollo?

Il bollo auto è il nome comune della tassa automobilistica dovuta ogni anno per il possesso di un determinato veicolo. Si tratta, quindi, di uno dei principali "costi fissi" per i proprietari di auto e moto e deve essere tenuto in considerazione nella valutazione dei costi di mantenimento del veicolo. Non tutte le auto devono pagare il bollo o devono pagare la tassa per intero. La normativa prevede, infatti, condizioni agevolate per il bollo delle auto "vecchie". Ecco tutto quello che c'è da sapere.

Bonus 40% elettriche: che cosa è e come ottenerlo

Ci sono tante iniziative in arrivo per sostenere la diffusione delle auto elettriche. Tra le novità previste dalla commissione Bilancio della Camera, infatti, c'è anche un nuovo bonus riservato alle famiglie che rispettano determinati requisiti di reddito. Il nuovo bonus renderà l'acquisto delle auto elettriche ancora più conveniente, anche per le famiglie a basso reddito. Ecco cos'è e come ottenere il bonus del 40% per le auto elettriche.
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »