Quando deve essere rilasciato l'attestato di rischio?


L’attestato di rischio è un documento valido 5 anni, emesso dalle compagnie di assicurazioni auto e moto con l’approssimarsi della scadenza annuale Rca.

Si tratta di un documento molto rilevante, perché in esso viene indicato il numero di sinistri denunciati negli ultimi 5 anni assicurativi da chi ha sottoscritto un contratto per l’assicurazione obbligatoria sui veicoli a motore.

A cosa serve l'attestato di rischio?

Prima di sapere quando viene rilasciato è essenziale conoscere la funzione principale di questo documento.

Nell’attestato di rischio è indicata la classe di merito raggiunta dall’assicurato, che determina l’aumento o la diminuzione della tariffa assicurativa per l’anno assicurativo successivo, in base al sistema Bonus Malus.

Il ruolo dell’attestato di rischio nella assicurazioni dunque, è quello di informare le altre imprese (in caso di cambio compagnia Rc auto) sul grado di rischio, di sinistrosità –o di virtuosità- dell’assicurato.

Quando deve essere rilasciato l’attestato di rischio?

L’assicurato ha diritto a ricevere il documento almeno 30 giorni prima della scadenza dell’assicurazione.

Questo documento deve contenere l’indicazione della compagnia, la firma dell’assicuratore, il nome del contraente, il numero della polizza, la tariffa e la data di scadenza della polizza, nonché gli elementi strettamente inerenti la sua funzione, cioè la classe di merito raggiunta e il numero di sinistri denunciati negli ultimi 5 anni.

Le modalità di rilascio dell’attestato di rischio sono cambiate con l’entrata in vigore del D.lgs 209/2005. Il base al regolamento IVASS n° 9/2015, per i contratti Rca in scadenza dal 1° luglio 2015, l’invio dell’attestato non è più cartaceo, ma telematico.

In virtù delle novità legislative non è più onere del cliente consegnare il documento alla nuova compagnia, perché la versione elettronica è disponibile presso una banca dati detenuta dall’IVASS, dalla quale le compagnie ottengono le informazioni necessarie alla formulazione della nuova tariffa per l'assicurazione auto o moto.

Confronta Preventivi RC Auto »Vai

In ogni caso l’assicurato può controllare contenuto e dettagli dell’attestato di rischio accedendo all’area clienti online della compagnia, dove il documento viene reso disponibile almeno 30 giorni prima della scadenza annuale Rca.

Se la polizza è stata stipulata con assicurazioni tradizionali (non online) l’interessato può contattare il Servizio Clienti dell’impresa e richiedere l’invio telematico a mezzo email, oppure, fare richiesta di una copia cartacea.

Quando l'assicurazione non paga? Ecco tutti i casi

Il settore delle assicurazioni comporta per gli utenti un gran numero di insidie. In particolare, può succedere di dover fare i conti con un'assicurazione che non vuole procedere con il risarcimento del danno subito dal contraente della polizza. Si tratta di uno scenario abbastanza frequente nel settore assicurativo e che espone l'assicurato al rischio concreto di non poter contare sulla copertura dei danni subiti. Ecco, quindi, cosa fare quando l'assicurazione non paga e quali sono tutti i casi in cui può registrarsi un evento di questo tipo.

Aumenti IVA sulla patente: tutto quello che c'è da sapere

Potrebbero scattare dei pesanti rincari per chi voglia prendere la patente, una sentenza della Corte europea ha infatti chiarito che l’esenzione applicata ai servizi delle autoscuole non è valida. Anche in Italia le lezioni teoriche e pratiche delle scuole guida andrebbero tassate al 22%. Quali sarebbero le conseguenze?

Costo servizi e utenze 2019: tutti gli aumenti di settembre, lo studio di SosTariffe.it

Il mese di settembre prende il via con una lunga serie di rincari tariffari per le famiglie italiane. Dalle utenze alla polizza RC Auto passando per i costi dei prodotti bancari, per gli utenti il rientro dalle vacanze è accompagnato da un forte incremento delle spese periodiche. L'ultimo studio di SosTariffe.it ha analizzato l'oscillazione dei costi medi annui di tutti i servizi del suo comparatore andando a confrontare i prezzi rilevati a gennaio con i prezzi di settembre. Il risultato è una vera e propria pioggia di rincari con aumenti per coppie, famiglie e single. 
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »

Guide


Sos Tariffe S.r.l. - P.Iva 07049740967 - Corso Buenos Aires 54, 20124 Milano - È vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2008 - 2019
Il servizio di intermediazione assicurativa è offerto da Sos Broker srl con socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS
ed iscritto al RUI con numero B000450117, P. iva 08261440963. PEC
Il servizio di mediazione creditizia per mutui e prestiti è gestito da FairOne S.p.A., iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215, P. IVA 06936210969 TrasparenzaInformativa
Informativa precontrattuale SosBroker - Le informative precontrattuali delle Compagnie assicurative con le quali collaboriamo sono reperibili al seguente link.