L’assicurazione casa è obbligatoria?


Anche se viene spontaneo pensare che non ci sia un posto più sicuro delle mura di casa nostra, anche qui si possono verificare numerosi incidenti, anche gravi. Lo stesso immobile può andare incontro a danni di varia entità, ad esempio in caso di allagamento, incendio causato da un cortocircuito, oppure una calamità naturale come un terremoto, un’inondazione e così via. In questo caso, l’unica soluzione per mettersi al sicuro dalla grande maggioranza di simile occorrenze è costituito da uno strumento assicurativo molto utilizzato: l’assicurazione casa.

assicurazione casa tempo di risarcimento

Oltre alla protezione del domicilio, l’assicurazione casa è molto preziosa anche in un altro caso, cioè la tutela in caso di risarcimento per danni a terzi causati dal titolare della stessa assicurazione o da un suo familiare. L’esempio più classico è quello delle infiltrazioni che possono rovinare il soffitto dell’inquilino sottostante, per problemi alle tubature o per un allagamento in seguito alla rottura della lavatrice o simili. In questo caso, per evitare di pagare danni ingenti, l’assicurazione sulla casa consente di rimediare con la propria tutela.

A questo punto, però, la domanda può nascere spontanea: l’assicurazione casa è obbligatoria?

Che cosa copre un’assicurazione casa

Un’assicurazione per la casa prevede una serie completa di coperture, in modo da potervi ricorrere per la maggior parte dei danni che possono riguardare un immobile. Più nello specifico, l’assicurazione casa protegge sia la struttura portante dell’abitazione che il suo contenuto, comprensivo di:

  • complementi d’arredo
  • impianto di riscaldamento
  • impianto idraulico
  • impianto elettrico

Non si tratta però delle uniche garanzie che possono comporre il pacchetto di un’assicurazione casa: è infatti molto comune che il mutuatario (o chi decide di attivare un’assicurazione casa a prescindere dal mutuo) richieda, ovviamente a un costo finale più elevato, anche altre coperture per la propria casa, come ad esempio quelle che riguardano danni da fumo, vapori o gas, ma anche il furto che avviene all’interno delle mura di casa.

Molto richiesta è anche l’assistenza tecnica 7 giorni su 7 e 24 ore su 24: grazie ad essa, infatti, si può contare sull’arrivo di tecnici specializzati in pochissimo tempo da quando il guasto o l’incidente vengono denunciati, in modo da rendere nuovamente abitabile l’immobile anche in seguito a un’incendio, un’esplosione o analoghi inconvenienti.

I diversi tipi di assicurazione per la casa e i massimali

Di norma, l’assicurazione casa prevede un risarcimento che corrisponde al valore di ricostruzione della casa a nuovo (assicurazione a valore intero); il massimale viene definito in seguito a una perizia relativa allo stato dell’immobile, richiesta dalla banca che eroga il finanziamento. Ovviamente quando si sceglie tra diverse assicurazioni della casa è bene assicurarsi che il massimale sia sufficientemente alto rapportato al valore dell’immobile, per non trovarsi a dover gestire un risarcimento solo parziale.

Si parla di assicurazione a Primo Rischio assoluto quando l’assicurazione arriva fino al massimale, mentre l’assicurazione a Secondo Rischio offre una copertura in eccedenza al massimale previsto per l’assicurazione a Primo Rischio.

L’obbligatorietà dell’assicurazione casa

Di per sè, l’assicurazione casa non è obbligatoria, ad eccezione però di alcuni casi che, come vedremo, nella pratica sono piuttosto frequenti. Va inoltre ricordato che con la proposta di legge 59/2012 del governo Monti si è tentato di renderla obbligatoria per gli immobili che si trovano in zone particolarmente a rischio, come quelle sismiche, ma ad oggi la misura non è stata ancora approvata.

I casi in cui invece un’assicurazione per la casa si rende obbligatoria sono i seguenti:

  • accensione di un mutuo

  • regolamento condominiale

Non è invece obbligatoria l’assicurazione sulla casa in affitto, anche se costituisce un utile strumento per tutelarsi dalle spese in caso di sinistro.

L’assicurazione casa quando si accende un mutuo

L’assicurazione per la casa è obbligatoria quando viene acceso un mutuo, perché la banca o l’istituto finanziatore richiede che venga stipulata una polizza scoppio e incendio sulla casa. È infatti interesse della banca che la garanzia reale che protegge il credito, ovvero l’immobile stesso, sia sempre nelle migliori condizioni e non subisca una svalutazione in seguito a un grave incidente come appunto un incendio o un’esplosione causata, ad esempio, dallo scoppio di una bombola.

Nel caso in cui si verifichi una di queste evenienze, la banca può rivolgersi alla compagnia assicuratrice e non al suo cliente, che si troverebbe a dover pagare una cifra quasi sempre molto alta per il risarcimento. Attenzione perché obbligatorietà della polizza in caso di mutuo non significa che per forza il cliente dovrà scegliere quella che con tutta probabilità la banca cercherà di suggerire, ma ha totale autonomia decisionale a proposito della soluzione più adatta alle sue esigenze e alla sua capacità di spesa, ovviamente a patto che abbia le garanzie minime richieste dall’istituto di credito.

L’assicurazione casa per regolamento condominiale

Ci sono casi in cui lo statuto condominiale richiede, attraverso il suo regolamento, che tutti i condomini stipulino una polizza per la casa.

Diverso è il caso della polizza condominio, anche detta Polizza Globale Fabbricato, che non è obbligatorio e ha l’obiettivo di coprire:

  • i danni cagionati ai condomini e a terzi da parti comuni del fabbricato (ad esempio, la caduta di pezzi del cornicione)

  • i danni provocati dalle proprietà esclusive dei condomini (es. per le infiltrazioni).

  • Le coperture essenziali sono di due tipi:

  • responsabilità civile per i danni riportati dai prestatori d’opera a causa del fabbricato e dell’uso delle sue parti comuni

  • incendio ed esplosioni

Garanzie aggiuntive possono coprire danni idrici, danni da nevicate, ricerca dei guasti che hanno causato i danni e così via.

Cosa succede in caso di estinzione o surroga del mutuo

Qual è la sorte di un’assicurazione obbligatoria per la casa in caso di estinzione o di surroga del mutuo? In questo caso il premio assicurativo residuo, e cioè quello non goduto in base al piano di ammortamento, deve essere restituito, e tale somma servirà per stipulare una nuova assicurazione per il nuovo mutuo.

La detrazione per l’assicurazione casa

L’assicurazione per la casa non è detraibile, visto che il premio versato non è compreso nell’elenco delle spese che si possono detrarre dal 730 o dal modello Unico.

Assicurazioni per bici elettriche e non: quanto costa e cosa copre

Il Decreto Rilancio, insieme alle altre misure di sostegno al reddito e di supporto per imprese e lavoratori, introdurrà anche il bonus per l'acquisto di biciclette elettriche, monopattini, segway e hoverboard. Ecco cosa dovete sapere sull'rc per le bici elettriche, i dettagli su costi e coperture in questa guida

Assicurazione auto gratis per immigrati: realtà o fake news?

L'ennesima fake news, che risale addirittura al 2016, che ogni tanto torna a farsi spazio tra la cronaca, strumentalizzata e usata per suscitare indignazione di massa: ecco cosa c'è di vero a proposito della bufala sull'assicurazione auto gratis per i migranti.

Bonus Vacanza 2020 come richiederlo e a chi spetta

L'emergenza sanitaria entra in una nuova fase, si tenta una ripartenza e iniziano le prove per una nuova normalità. In due conferenze ravvicinate il premier Conte ha annunciato le misure del Decreto Rilancio e le nuove regole su spostamenti e aperture dei negozi. In questa guida ci concentriamo in particolare sulle novità in merito al bonus vacanze, come richiederlo e a chi spetta questo contributo
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »