Come richiedere bonus dispositivo anti abbandono?


Il bonus dispositivo anti abbandono è una diretta conseguenza della legge entrata in vigore il 7 novembre 2019 che stabilisce l’obbligo per tutte le vetture su quattro ruote di essere dotate di seggiolini per bambino inclusi di questo tipo di tecnologia. Così come per le polizze RC auto, anche il dispositivo anti abbandono diventa quindi essenziale per evitare dure sanzioni nel caso in cui la vettura sia dotata di un seggiolino per bambini.

seggiolino auto

Il bonus può essere richiesto dai genitori di bambini con età inferiore ai 4 anni di età, sotto forma di rimborso oppure di buono sconto, per un importo fisso di 30 Euro. Fortunatamente, la domanda è facile e veloce, presentabile online all’indirizzo bonuseggiolino.it, il mini sito dedicato all’iniziativa del MIT, il Ministero dei il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Che cos’è bonus dispositivo anti abbandono?

Il bonus dispositivo anti abbandono è un contributo dedicato alle famiglie con bambini di età inferiore a 4 anni. Il bonus ammonta a 30 Euro ed è utilizzabile per l’acquisto di un dispositivo anti abbandono, per ogni bambino sotto i 4 anni di età presente in famiglia.

Il contributo economico è stato approvato e viene gestito dal MIT, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, in seguito alla disposizione di legge emanata il 7 novembre 2019. A partire da quella data, la legge stabilisce che è obbligatorio munirsi di un dispositivo anti abbandono per il seggiolino in automobile da parte di tutte le famiglie con bambini di età inferiore a 4 anni.

Il dispositivo anti abbandono è un meccanismo per il seggiolino in automobile in grado di segnalare la presenza dei bambini rimasti all’interno dei veicolo. Nell’ultimo decennio, in Italia quasi 10 neonati sono morti perché dimenticati in macchina. Il nostro Paese è il primo al mondo ad emanare una legge per contrastare questo fenomeno.

Secondo la questa norma, il dispositivo anti abbandono regolare deve possedere le seguenti caratteristiche tecniche:

  • segnalazione dell’abbandono all’interno di un veicolo di un bambino di età inferiore ai 4 anni di età mediante un segnale;

  • attivazione automatica ad ogni utilizzo, senza la necessità che il conducente esegua ulteriori azioni;

  • segnalazione di conferma al conducente al momento dell’attivazione automatica;

  • segnalazione d’allarme sufficiente potente per attirare l’attenzione del conducente attraverso modalità acustiche e/o visive, che siano percepibili sia all’esterno che all’interno del veicolo;

  • se alimentato da batteria, segnalazione di livello di carica in esaurimento;

  • opzionale, invio di segnalazione d’allarme tramite messaggi o chiamate.

Il dispositivo è obbligatorio su tutti i veicoli con targa italiana guidati da residenti in Italia e all’estero e quelli di targa estera condotti da residenti in Italia che rientrano nelle categorie specificate qui di seguito:

  • autovetture a quattro ruote dedicate al trasporto di persone e che dispongono di al massimo 8 posti a sedere, oltre al sedile del conducente. Si tratta dei veicoli che corrispondono alla categoria M1 del Codice della strada;

  • autocarri e camion dedicate al trasporto di merci e che corrispondono alle categorie N1, N2, N3 del Codice della strada, a seconda della massa massima.

Chi può richiedere bonus dispositivo anti abbandono?

Il bonus dispositivo anti abbandono è richiedibile dalle famiglie che includono bambini dell’età inferiore di 4 anni. In particolare, la domanda può essere avanzata dal genitore o da chi esercita la patria podestà del bambino. È previsto un solo bonus dispositivo anti abbandono per ogni singolo bambini per cui viene effettuata la richiesta.

Tenete a mente che il bambino per cui è richiesto il bonus non deve ancora avere compiuto i 4 anni di età di limite al momento della presentazione della domanda. La domanda è valida anche per i bambini che non sono ancora nati.

Come richiedere bonus dispositivo anti abbandono?

Il bonus dispositivo anti abbandono è gestito ed erogato dal MIT, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Per questo motivo, per effettuare la domanda dovrete connettervi al mini sito web appositamente creato dal MIT: bonuseggolino.it

È importante specificare che il bonus anti abbandono è erogabile sotto due forme. Da un lato, per chi ha già effettuato l’acquisto, è possibile richiedere un rimborso pari a 30 Euro. Dall’altro, chi ancora deve procedere con l’acquisto può ottenere un buono da 30 Euro da applicare in cassa. I rimborsi possono essere richiesti per gli acquisti fino al 7 novembre 2019, in quanto la legge che ne stabilisce l’obbligo è entrata in vigore a partire da quella data.

Una volta giunti sulla home page del sito, seguite i passaggi necessari alla presentazione della richiesta come descritto negli step qui di seguito.

Per gli acquisti, il MIT ha previsto una procedura di rimborso. Pertanto, riceverete un accredito direttamente sul vostro conto corrente. Questi sono i passaggi da seguire:

  1. cliccate sul bottone “Richiedi il buono o il rimborso”;

  2. accedete con le vostre credenziali Spid, cliccando il bottone blu dedicato “Entra con Spid”. Se ancora non siete in possesso delle credenziali Spid, potete richiederle utilizzando la funzionalità presente in home page cliccando al link “Richiedi le tue credenziali Spid”;

  3. una volta effettuato l’accesso, dovrete procedere scegliendo la voce “Rimborso” e confermando di volere andare avanti con i passaggi successivi;

  4. caricate la prova d’acquisto della spesa effettuata. Sono accettati scontrini, fatture o ricevute d’acquisto.

Riceverete in questo modo il rimborso direttamente sul vostro conto corrente entro 15 giorni dalla data in cui avete concluso la domanda.

Per chi ha invece intenzione di acquistare il dispositivo ora, gli step necessari risulteranno nell’erogazione di un buono da utilizzare:

  1. selezionate il bottone “Richiedi il buono o il rimborso” dalla home page e accedete con le vostre credenziali Spid;

  2. a questo punto, dovrete selezionare la voce “Aggiungi i dati del bambino” e inserire le informazioni anagrafiche richieste;

  3. confermate l’inserimento dei dati;

  4. visualizzerete così il buono che riporta un codice numerico (oltre che un codice a barre e QR Code corrispondente), la data di emissione, la data di scadenza, il nome del richiedente e l’importo corrispondente (sempre pari a 30 Euro).

Come modificare richiesta bonus dispositivo anti abbandono?

Nel caso di un errore nell’inserimento dei dati necessari alla presentazione della domanda del bonus dispositivo anti abbandono, è possibile effettuare le modifiche necessarie direttamente sul portale bonuseggiolino.it.

Ad esempio, se avete inserito alcuni dati errati del bambino, è consentito cancellarli e poi effettuare una nuova registrazione. Ricordate che questo è però solo possibile se il bonus non è ancora stato utilizzato, oppure nella richiesta di rimborso non avete ancora inserito la prova di pagamento.

Un’altra situazione frequente è quella in cui si è effettuata la richiesta di rimborso anziché una domanda di bonus, oppure vice versa. Anche in questo caso, sarà possibile modificare la propria scelta, anche se è consentita una sola variazione per ogni bambino. Inoltre, la modifica è consentita a condizione in cui la prova di pagamento per il rimborso non sia stata caricata.

Se avete scoperto che l’IBAN per ricevere il rimborso è errato, verrete contattati tramite l’indirizzo da voi inserito. Se la prova di pagamento è quella sbagliata, sarà presto modificato il sito per consentire l’inserimento del documento corretto. Per tutte le altre problematiche, vi suggeriamo di consultare la lista delle FAQ online messe a disposizione sul sito bonuseggolino.it.

Come utilizzare il bonus dispositivo anti abbandono?

Il buono può essere utilizzato al momento in oltre 7.000 punti vendita, sia fisici che online. L’elenco completo è disponibile direttamente collegandosi sul sito web del MIT bonuseggiolino.it e cliccando alla voce del menu principale “Dove usare i buoni”. La pagina dedicata offre anche la possibilità di identificare gli store più vicini a voi:

  • alla voce “Scegli la tipologia”, selezionate la vostra preferenza tra negozio fisico oppure negozio online;

  • alla voce “Cerca per nome o indirizzo”, potrete inserire il nome del negozio, e/o l’indirizzo, e/o il vostro Comune con CAP.

Per utilizzare il buono sarà sufficiente presentare il tagliando al momento dell’acquisto in cassa, se presso store fisico, oppure inserire i dati del buono, se si effettua la procedura presso un portale web.

Per maggiori dettagli oppure nel caso in cui abbiate bisogno di assistenza in merito a qualsiasi aspetto del bonus dispositivo anti abbandono, potrete utilizzare i diversi canali messi a disposizione dal Ministero per questa iniziativa specifica. Si tratta di:

  • sul portale bonuseggiolino.it, consultate le FAQ online;

  • via email, scrivere all’indirizzo dispositiviantiabbandono@sogei.it;

  • tramite Spid, cliccando al bottone posizionato in fondo alla home page del sito bonuseggiolino.it che porta la voce “Richiedi assistenza per Spid”.

Costo Auto 2020 In Italia: cala del 7%, diminuzioni in quasi tutte le Regioni

Diminuiscono i costi per il mantenimento dell'auto in Italia. La conferma arriva dal nuovo Osservatorio di SOStariffe.it che, analizzando i costi del carburante, dell'assicurazione auto e di bollo e revisione, ha evidenziato come il costo per mantenere un'auto sia leggermente inferiore a 1500 Euro all'anno con un calo del -7.4% rispetto allo scorso anno. Lo studio ha, inoltre, evidenziato sostanziali differenze tra le regioni italiane.

Incentivi auto ottobre 2020: tutte le agevolazioni del mese e su quali modelli

Il 2020 è stato sicuramente un anno diverso dal solito per il settore auto, ma le politiche di rilancio del mercato non si sono fatte mancare, con l’introduzione di diverse tipologie di contributi. Ecco quali sono gli incentivi auto disponibili nel mese di ottobre 2020 e quali i modelli sui quali saranno applicate le agevolazioni. 

Bonus riparazione auto: tutto sui 500 euro per la manutenzione dell'auto

Un nuovo incentivo per gli automobilisti, la proposta è di creare un bonus da 500 euro. Questo incentivo è destinato a riparazioni e alle operazioni di manutenzione dei veicoli per quei cittadini che non possono acquistare un'auto nuova. Il bonus sarà riconosciuto sotto forma di detrazione fiscale, ecco cosa si sa finora di questo contributo
Scopri il prezzo della tua polizza
  • 1 Inserisci i tuoi dati una sola volta
  • 2 Confronta più preventivi contemporaneamente
  • 3 Acquista online e risparmia fino a 500€
Hai già calcolato un preventivo con SosTariffe.it?
Recupera preventivi »