Disdetta Fastweb

La Disdetta Fastweb è una procedura utile nel caso in cui si abbia intenzione di disattivare definitivamente la linea, mentre per il passaggio a nuovo provider non è necessario inviare alcuna raccomandata. Come per altri provider, anche con Fastweb sono previsti dei costi di disattivazione, che variano a seconda del servizio attivo o se si tratta di migrazione (passaggio ad altra compagnia) o cessazione.

Disdetta Fastweb
Compila il modulo
disdetta Fastweb

Disdetta Fastweb: tutte le opzioni

Fastweb è uno dei principali operatori per la connessione internet casa in Italia. Come i suoi concorrenti propone soluzioni per la solo connessione o con l’aggiunta di sevizi di telefonia fissa o mobile. Nei suoi pacchetti di abbonamento si possono includere anche i modem di ultima generazione e alcune offerte extra. In questa pagina troverete le informazioni utili a disattivare l’abbonamento Fastweb e come comportarvi con le offerte associate alla vostra linea.

Se state pensando di disdire il contratto con Fastweb avete tre possibili procedure: recesso, disdetta o migrazione. La prima è un’azione che si può intraprendere solo se non sono trascorsi 15 giorni dalla sottoscrizione dell’accordo con l’operatore. Le altre due invece non hanno dei limiti temporali, però possono comportare dei costi se nel contratto erano previsti dei vincoli.

Recedi senza costi entro 14 giorni

Il diritto di recesso è valido solo per coloro che sottoscrivano il contratto tramite la piattaforma web o al telefono con un operatore. L’art.52 del Codice del consumo stabilisce che consumatore che decida di avvalersi di questo diritto non possa essere soggetto a costi aggiuntivi, anzi nel caso abbia pagato per l’attivazione sarà rimborsato di quanto versato. Inoltre, l’utente non dovrà motivare la sua scelta.

La procedura Fastweb in questo caso prevede diversi sistemi per comunicare alla compagnia la propria decisione: via mail, con una raccomandata, con la compilazione del modulo online o tramite il Servizio clienti.

La documentazione per recedere dal contratto si trova sul sito dell’operatore, ma può essere richiesta in qualsiasi negozio sul territorio. Una volta compilato il modulo potrete decidere quale sia il vostro mezzo preferito per consegnarlo a Fastweb:

  • potete inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno e indirizzarla a Fastweb SpA, c/o C.P. n. 126, 20092 Cinisello Balsamo (MI)
  • inoltrare una PEC all’indirizzo dedicato fwgestionedisattivazioni@pec.fastweb.it
  • recarvi in un centro Fastweb e consegnare il modulo all’addetto

Se siete impossibilitati a usare uno qualsiasi di questi metodi potete anche ricorrere ad un contatto diretto con il Servizio di assistenza. Sarà sufficiente chiamare il 192.193 e seguire le indicazioni dell’operatore.

Per essere sicuri di compilare correttamente il modulo o di avere a portata di mano tutte le informazioni utili a completare la procedura di recesso assicuratevi di avere con voi un documento di identità (nel caso dell’invio del materiale via mail scansionate la carta di identità, mentre per posta allegate una copia) e il numero del contratto.

Qualora aveste richiesto espressamente che il servizio Fastweb fosse attivato nei 14 giorni dovrete pagare per il servizio fornito in questo periodo e fino al momento in cui avete comunicato alla società l’intenzione di recedere.

Recesso per modifiche unilaterali del contratto

Nella pagina dedicata ai servizi offerti da Fastweb è l’operatore stesso che puntualizza i termini e le condizioni in cui un consumatore può recedere da un contratto Fastweb. Come previsto dalla legge se Fastweb modifica l’offerta sottoscritta dall’utente apportando dei cambiamenti alle condizioni economiche e contrattuali, il consumatore può non accettare questa modifica. In questo caso può recedere senza che Fastweb possa addebitare costi extra, anche qualora fosse previsto un vincolo contrattuale con penali per l’estinzione anticipata. La società non potrà inoltre caricare i costi per la disattivazione dei servizi sull’utente.

L’utente potrà quindi con la massima libera scegliere di recedere o di migrare verso un altro operatore e avrà un mese dalla comunicazione delle modifiche da parte dell’operatore. In genere questi cambiamenti contrattuali Fastweb li comunica in modalità diverse ai clienti di linea fissa e mobile. Per i primi la società può utilizzare la bolletta o il contatto mail, mentre per gli utenti mobile di solito procede con l’invio di un sms. Qualsiasi sia il mezzo resta il limite dei 30 giorni per comunicare la vostra contrarietà e disattivare l’offerta.

Mentre per il recesso entro i 14 giorni non sarà necessario esplicitare alcuna motivazione, in questa situazione Fastweb specifica che si dovrà inserire come causale nei documenti di recesso la dicitura “modifica delle condizioni contrattuali”.

Per poter manifestare l’intenzione di recedere si dovrà o inviare la solita raccomandata A/R a:

FASTWEB SPA
C/O C.P. n.126
20092 CINISELLO BALSAMO (MI)

oppure alla PEC: fwgestionedisattivazioni@pec.fastweb.it. 

In alternativa recatevi nel negozio Fastweb più vicino e ricordatevi di portare con voi la mail o l’sms ricevuto.

Le stesse modalità di recesso sono valide anche per le offerte mobile, anche i termini e le condizioni con cui comunicare l’intenzione di disattivare il servizio sono gli stessi.

Sia per la linea fissa che per quella mobile se non volete perdere il numero di telefono dovrete chiedere la portabilità al momento della sottoscrizione della nuova offerta e dovrete comunicare a Fastweb la migrazione verso un altro operatore.

Come accennato i piani Fastweb includono la possibilità di avere altri servizi, così come Fastweb può essere attivato in associazione ad altri abbonamenti. È il caso delle promozioni congiunte Sky e Fastweb, in questo caso oltre al recesso comunicato a Fastweb sarà meglio inviare anche una raccomandata A/R a Sky Italia S.r.l., c/o Casella Postale 13057, 20130 Milano o una PEC all'indirizzo skyitalia@pec.skytv.it per avvisare la società delle proprie intenzioni.

Disdetta Fastweb per passaggio ad altro operatore

In caso di passaggio ad altro operatore, sarà quest'ultimo ad occuparsi di tutte le procedure per la disattivazione del servizio e l'attivazione della nuova offerta telefonica. È possibile, inoltre, usufruire dell'aiuto di un esperto tramite SosTariffe.it in maniera gratuita e senza impegno d'acquisto: il consulente, nel caso in cui l'utente optasse per il passaggio ad altra compagnia, inoltrerà la richiesta al nuovo provider e la disdetta Fastweb verrà presa in carico.

Se dopo aver effettuato il test ADSL Fastweb ci si accorge che è la velocità della propria connessione a non essere adeguata, si può pensare di passare a un’offerta fibra senza per forza cambiare provider. Questo sarà possibile solo nel caso in cui il controllo preliminare della copertura fibra Fastweb nella propria città dia esisto positivo.

Se si è invece sicuri di voler cambiare è necessario tenere a portata di mano il codice di migrazione Fastweb, essenziale per semplificare e velocizzare il passaggio verso altro operatore. Il codice di migrazione lo si può richiedere direttamente dall'area personale My Fast Page. Questo dato è presente anche nella fattura bimestrale del provider, nella finestra “Dati”.

In caso di migrazione ad un altro operatore bisognerà fare attenzione ai costi, infatti l’utente Fastweb per contratto dovrà versare “un importo proporzionale ai servizi forniti da quest'ultima [Fastweb, ndr] fino al momento della comunicazione da parte del nuovo operatore dell'avvenuto espletamento della migrazione e della conseguente attivazione dei servizi”.

Disdetta Fastweb per cessazione del servizio

Chi è interessato alla cessazione definitiva del servizio, invece, dovrà scaricare il modulo dedicato dall'area clienti My Fast Page o dal bottone a destra.

Una volta compilato in ogni sua parte, dovrà essere spedito (con almeno 30 giorni di preavviso) all'indirizzo:

FASTWEB SPA
C/O C.P. n.126
20092 CINISELLO BALSAMO (MI)

oppure via PEC a: fastwebspa@legalmail.it

In entrambi i casi va allegata al modulo disdetta Fastweb  la fotocopia di un documento di identità in corso di validità. Il provider mette a disposizione anche il servizio Clienti al numero 192.193 o i canali social (Facebook e Twitter) per avere maggiori informazioni in merito alle procedure di disattivazione del servizio.

Costi disdetta Fastweb prima e dopo i 24 mesi

Effettuando la disdetta Fastweb prima o dopo 24 mesi dall'attivazione, verranno addebitati costi diversi:

  • chi disattiva prima dei 24 mesi dovrà corrispondere il contributo di attivazione e/o gli sconti goduti nei periodi promozionali (al netto delle rate eventualmente già pagate) più le spese di disattivazione indicate sotto
  • chi supera i 24 mesi dovrà pagare solo i costi di disattivazione previsti in base alla tipologia di passaggio o cessazione che si vuole effettuare.

I costi di disattivazione sono legati ai contratti in vigore al momento. La differenza tra i due casi può essere legata a vincoli dell’offerta, per questo è sempre fondamentale leggere il contratto e anche la Carta dei servizi.

In caso di recesso prima del pagamento di tutte le rate previste in relazione al contributo di attivazione (93,60 € pagabile in 48 rate da 1,95 €), il cliente dovrà versare le rate mancati. Potrà farlo con un unico bonifico o continuando con il piano di rateizzazione. In caso di promozioni si dovrà pagare l’importo previsto dall’offerte e non il prezzo intero. 

Con i piani è sempre possibile abbinare apparati e dispositivi (come modem, cordless, access point, etc.) e si possono ottenere in comodato d'uso o a noleggio, in caso di disdetta dovranno essere restituiti a Fastweb alle condizioni originarie entro 45 giorni dalla disattivazione del servizio.

In caso di mancata restituzione o di ritardo oltre i 45 giorni previsti, verranno applicate delle penali che partono da un minimo di 10,08 euro ad un massimo di 110,92 euro per dispositivo.

In caso di mancata restituzione o di ritardo oltre i 45 giorni previsti, verranno applicate delle penali che partono da un minimo di 10,08 euro ad un massimo di 110,92 euro per dispositivo.


Richiesta di chiusura dell'abbonamento

I contratti Fastweb come accennato possono imporre delle condizioni promozionali (quindi prezzi speciali) o dei vincoli (che in genere permettono di avere dei servizi o device gratis) che non superano mai i 24 mesi. Una volta raggiunta la scadenza e se il cliente non disdice, il contratto si rinnoverà in automatico e a tempo indeterminato.

Se per qualsiasi motivo in vista della naturale scadenza non vogliate più l’offerta Fastweb dovrete, 30 giorni prima, come nei casi già illustrati, inviare una comunicazione scritta di disdetta o recandosi nei negozi della società. La raccomandata A/R anche in questo caso dovrà essere indirizzata a

FASTWEB SPA
C/O C.P. n.126
20092 CINISELLO BALSAMO (MI)

Si potrà anche inviare il materiale per chiedere la disattivazione del servizio tramite PEC, l'indirizzo è fwgestionedisattivazioni@pec.fastweb.it.

Per chi ha attivato delle promozioni congiunte con Sky o DAZN e voglia disattivare anche i servizi aggiuntivi di questi fornitori dovrà inviare una raccomandata A/R anche a Sky Italia S.r.l., c/o Casella Postale 13057, 20130 Milano oppure una PEC all'indirizzo skyitalia@pec.skytv.it.

Mentre la sede di DAZN a cui comunicare la disattivazione è Perform Investment Limited, Hanover House, Plane Tree Crescent, Feltham, Regno Unito, TW13 7BZ o tramite pec a help@danz.com.

I costi di migrazione o dismissione

Se la scelta di lasciare Fastweb è motivata dalla decisione di passare ad un altro operatore e volete mantenere il numero di rete fissa dovrete comunicare il codice di migrazione presente sulla bolletta Fastweb. Sia per la rete fissa che per quella mobile questa operazione è gratuita e non vi vengono neanche addebitati cosi per le promozioni precedentemente attivate.

Sul piano dei costi delle offerte internet in caso di recesso (dopo i 14 giorni) o disdetta Fastweb “ha diritto di richiedere il pagamento di un importo per il ristoro dei costi sostenuti, compresi gli eventuali costi da recuperare in relazione all'Apparato”. Non si fa riferimento ad una cifra specifica, le spese che possono essere addebitate sono quelle relative agli eventuali apparecchi che avete ricevuto con l’attivazione della linea (modem o stick, ad esempio). Avete due scelte potete restituirli qualora fossero in comodato d’uso o a rate, oppure continuare a pagare i restanti versamenti.

Se invece si vuole procedere alla dismissione del servizio e alla completa disattivazione della linea il costo previsto è pari a 29,95 euro IVA inclusa.

Come restituire i dispositivi

Innanzitutto, tutti i dispositivi associati alle promozioni dovranno essere restituiti interi. Ci sono delle date da rispettare per non incorrere in altri costi non desiderati, la riconsegna deve avvenire entro 45 giorni dalla data di disattivazione dei servizi da parte di Fastweb. Se si supera questa scadenza Fastweb potrà addebitare 50 euro come penale per ciascun device.

Le modalità di restituzione saranno comunicate dall’operatore una volta ricevuta la richiesta di disattivazione dei servizi. Quando Fastweb riceverà il modulo di disdetta invierà al cliente un sms e una mail e l’utente potrà restituire gratuitamente i device tramite Poste Italiane.

 

Disdetta per cambio operatore

Scarica il modulo: Disdetta Fastweb