Sos Tariffe › News › TV ›
Guida TV

Disdetta Mediaset Premium, Abbonamento Sky e Canone Rai

Ecco tutte le indicazioni utili ai consumatori che vogliano conoscere le modalità per richiedere la disdetta del canone Rai, dell’abbonamento Mediaset Premium e di quello Sky. I lettori troveranno anche le informazioni relative all’esercizio del diritto di recesso e i moduli fac-simile per procedere alle diverse richieste di disattivazione.

DISDETTA CANONE DI ABBONAMENTO RAI

 

Confronta offerte Pay TV

La Rai distingue tra gli Abbonamenti Ordinari e gli Abbonamenti Speciali. I primi riguardano la detenzione nell’ambito familiare (abitazione privata) di uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive. Gli Abbonamenti Speciali riguardano, invece, la detenzione di uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive fuori dall’ambito familiare, ovvero nell’esercizio di un’attività commerciale e a scopo di lucro diretto o indiretto (es. alberghi, bar, ristoranti, uffici).

In entrambi i casi, il canone di abbonamento Rai si configura come un’imposta sul possesso o sulla detenzione dell’apparecchio e deve essere pagato indipendentemente dall’uso del televisore o dalla scelta delle emittenti televisive. Ne consegue che la disdetta dell’abbonamento può realizzarsi nei seguenti casi: l’abbonato cede tutti gli apparecchi in suo possesso; l’abbonato comunica di non essere più in possesso di alcun apparecchio.

Nel primo caso, la disdetta deve essere inviata a mezzo raccomandata A/R al seguente indirizzo:

Agenzia delle Entrate
Ufficio Torino 1
S.A.T Sportello Abbonamenti alla Televisione
C.P. 22
10121 Torino.

Successivamente all’invio della raccomandata, il S.A.T. invierà all’abbonato un modulo di dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, che dovrà essere debitamente compilato, firmato dal cedente e dal cessionario, e restituito per la definizione completa della richiesta di annullamento.

Nel secondo caso, per esempio in seguito a un furto o a un incendio, si deve seguire la procedura di cui sopra, ma il modulo inviato dal S.A.T., ovviamente, non dovrà contenere la firma del cessionario, in quanto non si tratta di cessione degli apparecchi a un nuovo possessore.

Richiesta di suggellamento degli apparecchi televisivi

 

C’è, poi, un terzo caso, che riguarda gli abbonati che intendono rinunciare all’abbonamento senza cedere ad altri i loro apparecchi: si tratta del cosiddetto suggellamento degli apparecchi, che consiste nel rendere inutilizzabili, generalmente mediante chiusura in appositi involucri, tutti gli apparecchi posseduti dal titolare dell’abbonamento e dagli appartenenti al suo nucleo familiare, presso qualsiasi luogo di loro residenza o dimora.

La disdetta con richiesta di suggellamento degli apparecchi va presentata entro il 31 dicembre dell’anno in corso e dispensa l’utente dal pagamento del canone dal primo gennaio dell’anno successivo. Contemporaneamente all’invio della disdetta, gli abbonati devono versare l’importo di 5,16 euro per ogni apparecchio da suggellare al seguente indirizzo:

Agenzia delle Entrate
S.A.T. Sportello Abbonamenti TV
Ufficio Torino 1
C.P. 22 10121 Torino Vaglia e Risparmi

indicando nella causale il numero dell’abbonamento. La disdetta deve essere inviata a mezzo raccomandata A/R. L’abbonato, quindi, riceverà dal S.A.T un modulo di dichiarazione integrativa della richiesta di suggellamento, dove dovranno essere indicate precisazioni circa la marca dei televisori, la loro ubicazione e gli orari di disponibilità per procedere al suggellamento da parte degli organi competenti. Il modulo dovrà essere restituito debitamente compilato.

Nel caso si richieda il suggellamento degli apparecchi, se si possiede il libretto di abbonamento Rai, è consigliato spedire, insieme alla raccomandata A/R, anche la cartolina contrassegnata con la lettera D (dove si dovrà barrare la casella “Intende far suggellare il Televisore a Colori”), la ricevuta del vaglia postale e il libretto di abbonamento. Si consiglia vivamente di fare una copia di tutto il materiale e di conservarla insieme alla ricevuta della raccomandata e della cartolina di ritorno.
Chi, invece, non possiede più il libretto di abbonamento Rai, insieme alla ricevuta del vaglia postale, potrà spedire, tramite raccomandata A/R, il seguente modulo:

FAC SIMILE MODULO
___________________

Agenzie delle entrate
Ufficio Torino 1 – SAT Sportello abbonamenti TV -
Cas. Post. 22
10121 Torino

Oggetto: denuncia di cessazione dell’abbonamento – suggellamento

La/il sottoscritta/o ____________________, residente in via/p.zza _______________________, (Cap)_______ (Citta’/Provincia)_______________ , chiede la cessazione del Canone TV e chiede di far suggellare il televisore detenuto presso la propria abitazione. Si fa presente che nessun altro apparecchio atto o adattabile alla ricezione delle radioaudizioni e’ posseduto dalla/dal sottoscritta/o o da altri appartenenti al medesimo nucleo familiare in altre abitazioni.
A tale scopo ha corrisposto l’importo di euro 5,16 a mezzo vaglia postale n° ____________ in data _____________ sul quale ha indicato il numero di ruolo dell’abbonamento. Dichiara altresì di non essere più in possesso del libretto di abbonamento e chiede a norma degli art.2 e 8 della L.241/1990 quale procedimento amministrativo intende seguire l’U.R.A.R. TV ai fini del completamento di quanto disposto dall’art.10 del R.D. n. 246 del 21/02/1938.
Data _______________
Firma ______________

In caso di disdetta per cessione, rottamazione, furto, incendio, vendita etc., nella raccomandata A/R si consiglia di includere il libretto di abbonamento Rai o, se l’utente non ne è più in possesso, di allegare il seguente modulo:

FAC SIMILE MODULO
____________________

Agenzie delle entrate
Ufficio Torino 1 – SAT Sportello abbonamenti TV -
Cas. Post. 22
10121 Torino

Oggetto: denuncia di cessazione dell’abbonamento

La/il sottoscritta/o ____________________, residente in via/p.zza _______________________, (Cap)_______ (Citta’/Provincia)_______________ , chiede la cessazione del Canone TV in quanto [scegliere una delle seguenti opzioni]

  • ha ceduto l’apparecchio (marca/modello) _______________ al Sig./ alla Sig.ra ____________________, Codice fiscale _____________, residente in via/p.zza _______________________, (Cap)_______ (Citta’/Provincia)_______________, con abbonamento n. __________;
  • ha rottamato l’apparecchio (marca/modello) _______________ in data _____________ presso ________________ (allegare copia della ricevuta);
  • l’apparecchio (marca/modello) _______________ e’ stato rubato in data ________________ (allegare copia della denuncia di furto);
  • altro (specificare e possibilmente documentare)

Si fa presente che nessun altro apparecchio atto o adattabile alla ricezione delle radioaudizioni e’ posseduto dalla/dal sottoscritta/o o da altri appartenenti al medesimo nucleo familiare in altre abitazioni.
Dichiara altresì di non essere più in possesso del libretto di abbonamento e chiede a norma degli art.2 e 8 della L. 241/1990 quale procedimento amministrativo intende seguire l’U.R.A.R. TV ai fini del completamento di quanto disposto dall’art.10 del R.d.l. n. 246 del 21/02/1938.
Data _______________
Firma ______________

È consigliabile anche leggere le indicazioni fornite da ADUC in questo approfondimento. Se, inoltre, la Rai impedisce a un utente di disdire il canone, il consumatore può inviare, in forma di raccomandata A/R, un esposto di denuncia alla Procura della Repubblica, come spiegato nel modulo messo a disposizione da ADUC.

DISDETTA MEDIASET PREMIUM

Sono tre i contratti previsti per Mediaset Premium: Easy Pay, Alice Home TV, MediasetPremium Fastweb.  In tutti e tre i casi, il contratto si intende tacitamente rinnovato di anno in anno, salvo disdetta da parte del contraente, da inoltrarsi mediante comunicazione scritta, a mezzo raccomandata A/R, con un preavviso di almeno 30 giorni rispetto alla scadenza. Anche le condizioni di recesso sono identiche per tutti e tre le tipologie di contratto: il contraente può recedere dal contratto, senza alcuna penalità e senza necessità di specificarne il motivo (grazie al cosiddetto Decreto Bersani), dandone comunicazione scritta con un preavviso di almeno 30 giorni, mediante lettera raccomandata A/R.

Mediaset Premium, con un comportamento poco corretto, ha aumentato il canone in modo non trasparente aggiungendo la visione di canali non richiesti. Sono giunte, inoltre, numerose segnalazioni che affermano una difficoltà nel disdire i contratti o nelle carte bloccate Easy Pay.

INDIRIZZO PER RIMBORSO E DISDETTE

Ecco i moduli fac-simile a disposizione degli utenti che aiutano ad inviare comunicazioni corrette. In particolare, si propone di seguito il modulo per la disdetta di Mediaset Premium e il modulo per la disdetta dei nuovi canali Cinema Energy e Cinema Emotion.

Advertisement

Il modulo per la disdetta dell’abbonamento Mediaset Premium (si ricorda che è senza penali grazie al decreto Bersani ma va spedito con preavviso di 30 giorni)  è disponibile QUI (DISDETTA MEDIASET PREMIUM.DOC) , mentre per disdire e non pagare i nuovi canali di Mediaset Premium non richiesti si può utilizzare questo fac simile.

NUMERO CALL CENTER SERVIZIO CLIENTI MEDIASET PREMIUM

Si ricorda, inoltre, che nel caso di mancata visione del pacchetto scelto per un periodo superiore ai livelli di qualità garantiti (come specificato dall’art. 12 delle Condizioni generali del contratto), l’utente può fare richiesta di rimborso al Servizio Clienti al numero di call center 199.303.404. Il Servizio Clienti, qualora verifichi la sussistenza del diritto al rimborso e dell’effettivo disservizio, provvederà a riconoscere all’utente un accredito pari al valore del Pacchetto non fruito rapportato al periodo di effettiva mancata fruizione del servizi.

Nel caso in cui si voglia ottenere la restituzione del credito residuo si dive utilizzare questo modulo, mentre per trasferire il credito su altra tessera Mediaset Premium è necessario compilare il modulo dedicato. In entrambi i casi, il modulo va spedito tramite lettere raccomandata con avviso di ricevimento a:

RTI S.p.A.
CASELLA POSTALE n.101
20052 MONZA

ovvero
mediante telefax  al n. 02/91971398, a condizione che sia confermata con lettera
raccomandata con avviso di ricevimento.

ovvero mediante telefax  al n. 02/91971398, a condizione che sia confermata con lettera raccomandata con avviso di ricevimento.

RICHIESTA DI DOWNGRADE Mediaset Premium

Allo stesso indirizzo è possibile inoltrare la richiesta di Downgrade, ovvero la richiesta di riduzioni e/o sostituzioni del Pacchetto, che comporta una diminuzione del corrispettivo dovuto. La richiesta di Downgrade va inviata sempre a mezzo raccomandata A/R, eventualmente anticipata via FAX o posta elettronica, e sarà efficace a partire dalla data di rinnovo del contratto.

DISSERVIZI, MALFUNZIONAMENTI, RIMBORSO CREDITO

 

Numerosi utenti di Mediaset Premium lamentano disservizi e malfunzionamenti. In alcuni casi, la tessera Mediaset Premium non risulta funzionante, in altri casi l’utente si trova nell’impossibilità di visualizzare un determinato evento – perlopiù incontri di calcio e prime visioni cinematografiche – perché il segnale è criptato e, alla richiesta di spiegazioni, il Servizio Clienti risponde che la tessera è sospesa.

Per conoscere tutte le procedure da attivare per risolvere le specifiche situazioni di cui sopra, si consiglia di leggere il relativo approfondimento sulle tessere mediaset premium disponibile a questo indirizzo .

NUOVA OFFERTA MEDIASET PREMIUM CINEMA HD

Si segnala, infine, la disponibilità di Premium Cinema HD, nuovo canale in alta definizione dell’offerta pay TV Mediaset Premium Gallery su piattaforma digitale terrestre, che va ad aggiungersi all’altro canale in alta definizione Premium Calcio HD.

DISDETTA SKY

Sky Italia articola la propria offerta in più pacchetti, ai quali possono essere abbinati specifici servizi, come, per esempio, Primafila, che permette di acquistare, 24 ore su 24, anteprime cinematografiche, eventi sportivi e il genere adult di qualità. L’utente può vedere in diretta il Campionato di Serie A, il Campionato di Serie B, tutta la Champions League e gli appuntamenti esclusivi con il wrestling. Ogni sera, dopo le 23, Primafila apre le porte dell’erotismo con Hot Club.

ARRICCHIRE L’ABBONAMENTO SKY E CAMBIARE PACCHETTI SKY

 

Il cliente può decidere di arricchire il suo abbonamento in qualsiasi momento, accedendo alla sezione Fai da Te > Arricchisci il tuo abbonamento o telefonando al numero 199.100.500 (tariffa max pari a 0,15 euro/min IVA inclusa da rete fissa). Il cambio tra due pacchetti può essere effettuato una volta l’anno, purché non comporti una riduzione del canone.

MODIFICARE L’ABBONAMENTO SKY

Il cliente può modificare il suo abbonamento, richiedendo la sostituzione, l’eliminazione di un pacchetto o di una option, tramite l’invio di una email o chiamando il numero 199.100.400 almeno 30 giorni prima della scadenza contrattuale. L’eventuale modifica sarà efficace a partire dal rinnovo del contratto.

RECESSO DALL’OFFERTA SKY IN SEGUITO ALLA STIPULA DI UN CONTRATTO ON LINE

 

Se l’utente ha stipulato un contratto on line, ma non è più interessato all’abbonamento, Sky gli riconosce il diritto di recedere dal contratto entro 10 giorni lavorativi dalla data di attivazione. L’utente deve inviare una richiesta scritta all’indirizzo:

SKY Italia
Servizio Clienti SKY
Casella Postale 13057
20130 Milano

Entro 30 giorni dalla cessazione del contratto, l’utente è obbligato a restituire il Decoder e la Smart Card a uno SKY Service e a farsi rilasciare la ricevuta dell’avvenuta riconsegna.

RECUPERO ANTICIPO CARTA DI CREDITO IN CASO DI IMPOSSIBILITA’ DI INSTALLAZIONE DELLA PARABOLA

 

Se l’utente ha stipulato un contratto telefonicamente e dalla sua carta di credito è stata prelevata una somma a titolo di anticipo, ma è costretto ad annullare la richiesta perché il tecnico non può installare la parabola, può recuperare quello che ha versato. A tal fine occorre spedire una richiesta scritta, a mezzo fax, al numero 02.7610107, con allegata la copia dell’Ordine di Lavoro rilasciata dal tecnico che certifica l’impossibilità dell’installazione. Se l’utente ha ricevuto il Decoder e la Smart Card, deve restituirla in uno SKY Service e attendere l’assegno di rimborso.

DISDETTA ABBONAMENTO SKY E DECRETO BERSANI

Grazie al Decreto Bersani, l’utente può disdire l’abbonamento Sky anche prima della scadenza contrattuale, pagando solo il costo di gestione e senza incorrere in penali. La disdetta ha un costo di 11,44 euro IVA inclusa. L’abbonato è tenuto a corrispondere a Sky:

  • gli importi dovuti a titolo di Corrispettivo per il Servizio fruito fino alla data di efficacia del recesso
  • il rimborso di Costi dell’Operatore, pari a 11,44 euro IVA inclusa

Nota: i Costi dell’Operatore non sono da Sky richiesti qualora la comunicazione di recesso dell’abbonato abbia efficacia al termine di ciascuna annualità e nel caso in cui l’abbonato abbia acquistato il decoder.

Per disdire l’abbonamento Sky è necessario inviare un fax al numero 02.76610107 e una lettera a mezzo raccomandata A/R da inviare all’indirizzo:

SKY Italia
Servizio Clienti SKY
Casella Postale 13057
20137 MILANO

DISDETTA ABBONAMENTO SKY CON CARTA DI CREDITO o CONTO CORRENT (RID) o BOLLETTINO POSTALE

Per conoscere le singole modalità di disdetta dell’abbonamento Sky – disdetta abbonamento con carta di credito, disdetta abbonamento con addebito su conto corrente (RID), disdetta abbonamento con bollettino postale – si consiglia la lettura di questo articolo di approfondimento, dove sono reperibili anche i relativi moduli:

DISDETTA RIVISTA SKYLIFE

 

Per disdire l’abbonamento alla rivista SkyLife, si può:

  • chiamare il numero verde 800.835.005
  • inviare una email dal sito di Sky
  • registrarsi sul sito www.skylife.it, andare in Area Clienti/Fai Da Te e seguire la procedura di disdetta
Advertisement
Tariffe correlate
Sky TV
29 €/mese
Dettagli
Sky + Fastweb
25.00 €/mese
Dettagli
Mediaset Premium
19.00 €/mese
Dettagli

Commenti Facebook:

Sos Tariffe S.r.l. - P.Iva 07049740967 - È vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2008 - 2014