Decreto Bersani: le novità su assicurazioni e classe di merito

Il decreto Bersani è entrato ufficialmente in vigore il 3 marzo del 2007 ed ha introdotto importantissime novità in tema di assicurazioni e classe di merito.

N.B.: Le norme hanno modificato anche altri settori, ma affrontiamo le sole novità sull’Rca obbligatoria per i veicoli a motore.

Per capire questa legge e le modifiche che ha apportato in campo assicurativo è necessario partire dallo scopo che la Legge Bersani si è prefissata anni fa, cioè quello di trovare una soluzione all’annoso problema del costo assicurazione calcolato in base alla classe di merito di partenza o di provenienza.

In virtù della normativa, anche i soggetti in classe di merito svantaggiata (i neopatentati ad esempio, che partono dalla 14° classe) possono risparmiare sull’Rca ereditando a tutti gli effetti la posizione assicurativa –favorevole si intende- di un’altra persona.

Prima di chiarire come funziona la Legge Bersani e in che modo si eredita una polizza economica, vediamo perché riguarda da vicino la classe di merito assicurazioni e come mai il Governo ha deciso di intervenire in questo settore.

Legge Bersani, un rimedio al costo Rca

Dopo anni di lamentele sul costo assicurazioni (le critiche provenivano dagli automobilisti, ma anche delle associazioni di consumatori) il Governo ha creato un rimedio al costo dell’Rca, troppo spesso elevato a causa del meccanismo Bonus/Malus legato alle classi di merito.

Al calcolo del preventivo assicurazione auto l’elemento che più incide sul prezzo è infatti la classe di merito di provenienza indicata nell’attestato di rischio: il documento contenete la storia assicurativa dell’automobilista e gli eventuali sinistri commessi con colpa o in concorso di colpa.

In base al meccanismo delle classi di merito, in scala da 1 a 18, se l’automobilista ha commesso anche un solo sinistro nel precedente anno assicurativo viene declasso di due posizioni (ad esempio dall’8° classe alle 10°) e paga di più subendo il Malus, mentre trascorso un anno in assenza di sinistri guadagna una classe (Bonus).

Alla richiesta preventivo fa fede la classe indicata nell’attestato di rischio e la nuova assicurazione (nei casi di cambio compagnia) è tenuta ad attenervisi, a meno che l’automobilista non sfrutti la Legge Bersani.

Solo in questo modo si può ereditare una classe di merito favorevole, evitando il declassamento della propria e abbassando il costo Rca sin dal preventivo.

Tuttavia per accedere ai benefici della Legge Bersani Rca, è richiesto il possesso di alcuni requisiti.

Effettua un preventivo per RC Auto »Vai

Come funziona la Legge Bersani: i requisiti

In base alle modifiche introdotte dal decreto Bersani al sistema assicurazioni e classe di merito, qualunque persona fisica può passare da una classe di merito svantaggiata e costosa ad una favorevole e più economica, ereditandola da un altro soggetto, solo se ricorrono queste condizioni:

  • ingresso di un nuovo veicolo all’interno del nucleo familiare (può trattarsi anche di un veicolo usato. Per “nuovo” si intende l’assenza di passaggi di proprietà fra membri dello stesso nucleo e la stipula di una nuovo contratto assicurativo);
  • il proprietario del veicolo da assicurare usufruendo del beneficio e quello del veicolo già assicurato in classe favorevole devono vivere all’interno dello stesso nucleo familiare (per dimostrare tale condizione, è necessario trasferire alla compagnia assicurativa copia dello stato di famiglia).

Non è richiesto alcun legame di sangue ai fini dell’applicazione del beneficio. La Legge Bersani assicurazione si applica ai figli neopatentati come ai nuclei di due persone conviventi non consanguinee.
  • il veicolo assicurato e quello da assicurare devono essere dello stesso tipo (auto-auto, moto-moto o scooter-scooter e così via) e assicurati per la prima volta all’interno del nucleo familiare in cui risiede il soggetto che chiede il trasferimento della classe;
  • l’Rc auto da ereditare deve essere una polizza attiva, in corso di validità, né scaduta né sospesa;
  • il decreto Bersani sulle assicurazioni e classi di merito si applica solo alle persone fisiche, non alle persone giuridiche come società, ditte e imprese;
  • la Legge Bersani Rca si applica anche quando la polizza che vanta la classe di merito da ereditare è stata stipulata presso compagnia diversa da quella con cui si intende sottoscrivere la nuova Rc auto

Casi di inapplicabilità della Legge Bersani all’assicurazione

Viste le ipotesi in cui si eredita la classe di merito, vediamo i casi di inapplicabilità del decreto Bersani su assicurazioni e classi di merito:

  • il veicolo di chi si chiede il trasferimento della classe è già stato assicurato (anche per meno di 1 anno) all’interno del nucleo familiare di cui fa parte il richiedente;
  • presenza di un residuo di polizza valida a causa del trasferimento del contratto Rca dal precedente proprietario del veicolo al nuovo proprietario;
  • richiesta di applicare il beneficio sulla polizza relativa ad un veicolo diverso da quello di cui si intende ereditare la classe di merito (ex. da auto a moto o da moto ad auto);
  • richiesta di applicare il beneficio anche se non si fa più parte del nucleo familiare (è il caso di cambio di residenza e dell’eliminazione del richiedente dallo stato di famiglia);
  • richiesta di accedere ai benefici della Legge Bersani rivolta alla compagnia da ditte, imprese, società e simili.

Convenienza dell’Rc auto con il decreto Bersani

Non tutti sanno come funziona la Legge Bersani e se conviene, confrontata con la classe di merito “naturale”, cioè la classe contenuta nell’attestato di rischio.

Le compagnie di assicurazione possono applicare sia la classe naturale (di provenienza o di prima attribuzione, come nel caso dei neopatentati) che quella “ereditata” su richiesta del cliente, ed è per questo che l’automobilista deve valutare caso per caso la convenienza del trasferimento di una polizza tramite successione.

Innanzitutto non è detto che la classe ereditata con la Legge Bersani sia più favorevole (o meno costosa) di quella “naturale”, vedi il caso in cui l’assicurazione da ereditare è in classe 11° o 12°, cioè fra le posizioni più costose.

Diverso è quando un neopatentato eredita la 1° classe di merito da un familiare, perché sarà naturalmente più economica della 14°. Insomma, la decisione di applicare o meno La Legge Bersani all’Rca deve seguire ad un attento confronto delle assicurazioni. Solo comparando le tariffe di diverse compagnie di assicurazioni si trova l’Rca più economica in assoluto.

Una volta individuata la polizza più economica, sarà possibile confrontare la differenza di costo praticata dalla compagnia scelta in applicazione o meno della normativa.

Effettua un preventivo per RC Moto »Vai
Mi piace
I tuoi dati sono stati inviati correttamente.
Stai per essere reindirizzato al comparatore...

Vuoi sapere quanto costerebbe la tua polizza?

Email  
Scadenza polizza   /
Seleziona il preventivo
moto auto
Preventivo  
Senza impegno
Sos Tariffe S.r.l. - P.Iva 07049740967 - È vietata la riproduzione, anche solo parziale, di contenuti e grafica. © 2008 - 2017
Il servizio di intermediazione assicurativa è offerto da Sos Broker srl a socio unico, broker assicurativo regolamentato dall'IVASS
ed iscritto al RUI con numero B000450117, P. iva 08261440963. PEC
Il servizio di mediazione creditizia per mutui e prestiti è gestito da FairOne S.p.A., iscrizione Elenco Mediatori Creditizi OAM n. M215, P. IVA 06936210969 TrasparenzaInformativa
Informativa precontrattuale